Relazione dell’assemblea dell’AME Roma

  • L’assemblea dei soci AME Roma si è svolta il 13.12.16 presso il Tempio dei Giovani in Piazza San Bartolomeo alle ore 20 con il seguente ordine del giorno:
    Relazione del Presidente
    Iscrizione anno 2017
    Presentazione dei candidati AME Roma e AME Italia
    Votazione Consiglio AME Roma 2017-2020
    Votazione Probiviri AME Roma 2017-2020
    Votazione candidati Consiglio e Probiviri AME Italia
    Il presidente inizia la relazione spiegando l’anticipazione della data dell’assemblea per l’elezione del consiglio dell’AME Roma, effettuata affinchè questo possa insediarsi  e prendere parte alle votazioni del consiglio dell’AME Italia che si svolgeranno a febbraio 2017.
    Ripete gli ambiti di attività dell’associazione:
    Sociale: rivolta alla comunità e alle istituzioni ebraiche. Fornisce supporto alla sicurezza della comunità,  soccorso sanitario durante gli eventi comunitari e religiosi, supporta gli iscritti alla Deputazione che possono usufruire di servizi sanitari a tariffe agevolate, cerca di attivare una convenzione con una associazione di volontariato che fornisca un servizio di supporto agli utenti ed ai malati all’interno dell’Ospedale Israelitico.
    Culturale: attiva collaborazioni con le Università, quali la mostra Medicina e Shoà, interviene insieme ad altre istituzioni ebraiche nel dibattito sull’eliminazione del termine “Razza” della Costituzione Italiana. Nell’ultimo anno ha partecipato all’organizzazione del ciclo di 7 incontri sul Mussar che si è svolto al Tempio Bet Michael e organizzanto un ciclo di incontri riguardanti il tema della cura del corpo nell’ebraismo.
    Il Presidente affronta il tema delle Milot rivolgendo l’attenzione alla sicurezza della procedura sia per quanto riguarda i neonati che gli adulti. Per questi ultimi è stata recentemente istituita una convenzione con il Policlinico Unversitario “Umberto I” grazie alla quale sarà possibile eseguire la circoncisione rituale in regime di intramoenia.
    L’associazione si impegna nella ricerca di medici disponibili ad effettuare i corsi di formazione per diventare Moel e fornire loro i contatti in italia ed in Israele. E’ in corso un’attività di found raising affinchè possano essere istituite delle borse di studio per coloro che siano interessati a seguire i corsi.
    E’ stato inoltre organizzato un convegno riguardante il tema delle milot in collaborazione con l’Ospedale Israelitico che si svolgerà nel mese di gennaio 2017.
    L’associazione, come nell’anno precedente, partecipa dal 9 al 13 gennaio 2017 all’organizzazione della settimana della donazione di sangue in collaborazione con l’Ospedale Fatebenefratelli.
    Il 22 gennaio l’associazione fornirà assistenza sanitria durante la RUN FOR MEM organizzata dall’UCEI.
    Il presidente al termine della relazione auspica una futura maggiore partecipazione delle persone più giovani iscritte all’associazione sia negli organi dirigenziali, che nei gruppi di lavoro legati alle singole iniziative.
    A seguire intervengono:
    Giuseppe Badia
    Necessità di aumentare le relazioni tra le varie sedi locali dell’AME, affinchè possano esse proposte iniziative e trasmesse metodologie di lavoro in diverse comunità.
    Daniela Roccas
    Racconta della conferenza tenutasi a Trieste sul tema dei medici ebrei che hanno preso parte alla prima guerra mondiale e propone di replicare l’iniziativa a Roma. Si candida per il Consiglio dell’AME Italia
    Livia Ottolenghi
    Intensificare le relazioni con gli istituti di ricerca israeliani.
    Dario Perugia
    Conviene con l’intervento precedente e esprime la volontà di collaborare con il Weizmann Istitute, del quale è recentemente diventato presidente dell’associazione in Italia.
    Guido Coen
    Esprime il cordoglio per la scomparsa di Piero Abbina è propone di proseguire attraverso l’AME la sua volontà di poter far eseguire agli studenti l’esame psicometrico per l’accesso all’università in Israele in lingua italiana. Ricorda la necessità di intrattenere rapporti di collaborazioni con le eccellenze della ricerca in Italia anche al fine di combattere il BDS e la volontà di sostenere l’Ospedale Israelitico, affinchè si possa chiudere definitivamente il periodo di difficoltà.
    Il Presidente propone di ridurre la quota di iscrizione annuale per il 2017 dell’AME Roma a 25 Euro, valida per l’iscrizione all’AME Italia, e rendere gratuita quella dell’associazione locale allo scopo di rendere più accessibile la partecipazione giovanile.
    La proposta viene approvata all’unanimità dall’assemblea.
    I candidati al Consiglio dell’AME Roma sono:
    Fabio Gaj
    Jacopo Castelnuovo
    Alessandro Piperno
    Diana Coen
    Roberto Gattegna
    Iakov Molayem
    Lucian Marcovici

    I candicati Probiviri dell’AME Roma sono:
    Pacifico Spagnoletto
    Paola Perugia
    Guido Coen

    I candidati per il consiglio AME Italia sono:
    Dario Perugia
    Giuseppe Badia
    Daniela Roccas

    I candidati Probiviri per l’AME Italia sono:
    Guido Coen
    Paola Perugia
    Il presidente, dopo aver proceduto ad una fase di consultazione tra i presenti all’assemblea al fine di valutare altre candidature, chiede il consenso a procedere alla nomina dei suddetti candidati per acclamazione.
    Non essendo intervenuta alcuna opposizione in merito allo svolgimento delle votazioni con tale modalità si procede alla votazione ed a seguire alla nomina del consiglio.
    Il consiglio eletto dell’AME Roma è cosi composto:
    Fabio Gaj – Presidente
    Jacopo Castelnuovo – Vicepresidente
    Alessandro Piperno – Vicepresidente
    Roberto Gattegna – Segretario
    Lucian Marcovici – Tesoriere
    Diana Coen – Rapporti con l’ambasciata d’Israele
    Iakov Molayem – Rapporti con l’Ufficio Rabbinico

Commenti disattivati.