moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…Israele

A proposito dell’incidente diplomatico col Vicepresidente americano Joe Biden, ricordiamo che Henry Kissinger diceva che Israele non ha una politica estera ma solamente una politica interna. Il progetto edilizio nel quartiere molto religioso di Ramat Shlomo nella parte nord di Gerusalemme, che ha suscitato tanto scalpore, fa infatti parte di una logica di concorrenza fra correnti di partito e di piccoli favori a imprenditori palazzinari, e non ha nulla a che vedere con il grande disegno di guerra e pace. Ma c’è dell’altro. Ben Gurion diceva che sarebbe stato felice nel vedere il primo ladro e la prima prostituta per le strade di Tel Aviv, perché questo sarebbe stato il segno infallibile della tanto agognata normalità per il popolo di Israele nel suo ritrovato stato. E io aggiungerei: e anche il primo cretino. Ora, in Israele, di cretini ne abbiamo tanti, e siamo molto, molto normali.

Sergio Della Pergola, Università Ebraica di Gerusalemme