moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Yom ha Shoah, una sirena per dire: “Mai più”

E’ suonata alle 10 in punto davanti al Tempio Maggiore di Roma la sirena che come ogni anno celebra Yom ha Shoah dando il via ad un minuto di raccoglimento in ricordo di tutti coloro che furono assassinati nei campi di sterminio nazisti. Una scolaresca che si trovava davanti alla sinagoga e la loro professoressa sono rimasti immobili in segno di rispetto, così come alcune macchine che transitavano nella zona e alcuni passanti che in quel momento si trovavano davanti al Tempio.
Anche nella vicina scuola ebraica i ragazzi sono usciti nei corridoi e hanno osservato il minuto di silenzio con le candele accese in ricordo di tutti coloro che da quei campi di massacro non tornarono più.
Yom ha Shoah ricorre il 27 di Nisan, in Israele dove fu isitutzionalizzato nel 1959 con legge firmata da David Ben Gurion e Ytzhak Ben Zvi, si sono svolte cerimonie solenni in tutti gli istituti scolastici, nelle sinagoghe e nei musei del Paese che conservano testimonianze della Shoah.