moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…Borsellino

Diciotto anni fa, l’assassinio del giudice Borsellino. Ieri, nella terribile calura di Palermo, poche persone ad un corteo in suo onore, mentre vengono rialzate le statue dedicate a lui e a Falcone, buttate giù a terra da mano ignota, fors’anche solo di teppisti e non necessariamente di mafiosi, ma la cosa non ci consola, anzi…I giornali riflettono sul valore dei simboli e degli anniversari. Eppure, cos’altro ci resta per ricordare, una volta trascorse le generazioni, che i simboli, le immagini, le date? E allora pensiamo che sono già passati diciotto anni da quei giorni che le generazioni dei più vecchi ben ricordano come quelli di un attacco feroce allo Stato e alla democrazia. Se non vogliamo sfilare, almeno pensiamo.

Anna Foa, storica