moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

amore…

“E nel settimo anno sarà cessazione totale per la terra…non seminerai il tuo campo e non taglierai la tua vigna” (Vaikrà 25:4). I maestri del Talmud, nelle loro spiegazioni, hanno riportato diversi motivi per giustificare l’esilio da Erez Israel e uno di questi sarebbe la non osservanza della mitzwà dell’anno sabbatico. Con questa trasgressione, il popolo ebraico avrebbe manifestato di non amare la terra. Rav Mordechay Elon sostiene che il legame tra uomo e terra ha una similitudine con quello tra uomo e donna. La manifestazione della completezza dell’amore tra un uomo e una donna si realizza durante i giorni del fidanzamento, momento in cui la donna è proibita a tutti gli uomini, compreso il futuro marito. Attraverso il divieto anche di un semplice contatto, spiega Rav Elon, si esprime pienamente il rispetto e l’amore verso la donna; e ciò vale anche per la terra che, nell’anno sabbatico, non deve essere lavorata. Credo sia un buon augurio “post” Yom Ha’Azmaut, che il “popolo d’Israele” fuori e dentro i confini territoriali della “terra d’Israele”, acquisisca la consapevolezza che la “pienezza” di questo amore si può raggiungere con lo studio della Torà e l’osservanza delle Mitzwoth.

Adolfo Locci. rabbino capo di Padova