moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Qui Torino – Il canto delle Primule Rosse

Quest’anno la Comunità ebraica di Torino ha vissuto un 25 Aprile davvero speciale, sia per la coincidenza tra la festa della Liberazione e il 64° compleanno dello Stato d’Israele, sia perché – oltre alla tradizionale cerimonia al Cimitero monumentale per ricordare davanti alla lapide dei deportati il sacrificio degli ebrei caduti per la libertà e di coloro che sono morti nei campi di sterminio ed oltre alla grande festa seguita alla funzione al Tempio per Yom haAtzmaut – un concerto di canti resistenziali e pacifisti ha segnato la vigilia della festa. L’Asset, l’associazione degli ex allievi e amici della Scuola Ebraica, ha voluto caratterizzare il 25 aprile con un evento musicale di grande significato nella consueta serata “Resistenza ora e sempre”, che dalla sua recente nascita l’Assoociazione dedica ogni anno alla Liberazione, per tramandare alle giovani generazioni il ricordo della lotta antifascista. “Le Primule Rosse”, un gruppo di giovani ventenni che cantano e reinterpretano le canzoni della Resistenza, oltre a canti pacifisti e a brani legati alla Shoah, ha tenuto banco per oltre due ore con un suggestivo concerto molto apprezzato dal pubblico. Il gruppo è seguito e guidato da Maria Grazia Alemanno, docente all’istituto d’arte Renato Cottini di Torino (Cottini era un giovane scultore nato a Torino nel 1921; divenuto sergente di fanteria, dal 1° aprile 1944 partigiano della VI Divisione G.L., fu catturato a Rivarolo e fucilato con tre compagni il 26 maggio 1944 al Colle Braida, presso Valgioie di Giaveno).
La testimonianza commovente di alcuni episodi della lotta al nazifascismo da parte di una staffetta partigiana ha accompagnato i canti resistenziali che la band studentesca ha regalato al pubblico dell’Asset in un crescendo di applausi.