moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Circoncisione – Germania verso una nuova legge

Soddisfazione, da parte delle massime rappresentanze ebraiche e islamiche di Germania, è stata espressa in seguito all’intesa appena raggiunta dal governo tedesco su una proposta di legge per regolare la pratica della circoncisione. La notizia arriva a pochi mesi di distanza dalla ben nota sentenza del tribunale di Colonia che aveva equiparato la pratica rituale a una forma di lesione dolosa. Un pronunciamento che aveva suscitato stupore e sdegno in tutta Europa e l’intervento tra gli altri del presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Renzo Gattegna che, in un messaggio inviato al suo omologo tedesco Dieter Graumann, aveva affermato: “L’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane approva il vostro preciso e circostanziato intervento a difesa della libertà religiosa e la decisione di investire direttamente il Parlamento tedesco della questione al fine di impedire che possano essere violati principi praticati in tutte le democrazie progredite e che stanno alla base della convivenza fra i popoli”.
In futuro, prevede il documento, non saranno punibili le operazioni di circoncisione sui minori praticate rispettando determinati standard medici. Le circoncisioni rituali, in particolare, potranno essere eseguite entro sei mesi dalla nascita del bambino anche da rappresentanti della comunità religiosa con competenze specifiche. I genitori dovranno essere inoltre informati delle conseguenze e dei possibili rischi dell’intervento e bisognerà in ogni caso tenere conto della volontà dei bambini più grandi.