moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Con il rav Lau per la Memoria viva

Rav Lau, rabbino capo di Tel Aviv e presidente del Consiglio dello Yad Vashem, a Roma per parlare dell’esperienza di sopravvissuto all’inferno di Buchenwald, del ritorno alla vita, ai sentimenti, alla possibilità di intravedere la speranza oltre la coltre di morte e devastazione. Con un monito da scolpire nella testa e nel cuore: “Non possiamo dimenticare e non abbiamo diritto di perdonare. La nostra vendetta è essere vivi”.

(Nell’immagine rav Lau con il rabbino capo di Roma rav Riccardo Di Segni)