Qui Milano – In festa per Israele

Anche la Comunità ebraica di Milano ha celebrato i 65 anni di Israele, con una festa aperta a tutti gli iscritti, organizzata in collaborazione con Keren Hayesod, Adei-Wizo, Associazione Italia-Israele, Federazione sionistica, Keren Kayemet LeIsrael, e Amici del Maghen David Adom Italia. Ospite d’onore è stato l’ambasciatore dello Stato ebraico a Roma Naor Gilon.
Aprendo la serata, introdotta del segretario generale della Comunità Alfonso Sassun, il presidente Walker Meghnagi ha prima di tutto rivolto un pensiero e un omaggio al rieletto presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
“Per noi è un grande orgoglio festeggiare il sessantacinquesimo anniversario di Israele – ha poi proseguito – un paese che ha sofferto, lottato e lotta ancora, e che non dobbiamo dimenticare mai come rappresenti l’unica democrazia della regione”.
“Israele ha 65 anni ma non li dimostra – ha scherzato Naor Gilon – E’ un paese giovane e dinamico, e per noi è molto importante sapere che siete al nostro fianco nel raccontare i suoi successi e la sua cultura oltre il conflitto”.
A partecipare alla festa, oltre a tanti iscritti, rappresentanti delle associazioni ebraiche (Andrea Jarach ha preso la parola per il Keren Hayesod), numerosi consiglieri comunitari e dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, tra cui il vicepresidente Roberto Jarach. Hanno portato il saluto delle istituzioni il vicepresidente della Regione Lombardia Mario Mantovani, il presidente della Provincia Guido Podestà e l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Milano Carmela Rozza.
A concludere la serata, prima che i due inni, italiano e israeliano, risuonassero nella sala, un intervento del rabbino capo di Milano Alfonso Arbib.

(22 aprile 2013)

Commenti disattivati.