moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…nemici

Chi vuol sterminare qualcuno deve costruire il suo nemico come potente, come minaccia, per questo meritevole di persecuzione.
Così fa il faraone (Es. 1, 8-11). Il primo passo di qualsiasi movimento politico il cui fine sia l’edificazione di un regime totalitario, ieri come oggi, in Egitto come in qualsiasi altro luogo, consiste nell’inventarsi un nemico potente, perfido, e annichilente, nominarlo, e proporsi di distruggerlo per poter finalmente avere diritto alla felicità.

David Bidussa, storico sociale delle idee

(29 dicembre 2013)