moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…zar

Di Siria si parla poco sui nostri media, mentre continua il massacro di civili, mentre tanti bambini muoiono ogni giorno. Intanto, il rappresentante all’ONU della Russia di Putin si oppone ad una risoluzione umanitaria per fornire cibo e medicine ai civili. È troppo presto, dice. Credo che questa presa di posizione, che può sfociare in un veto della Russia alla risoluzione umanitaria, debba essere denunciata con molta forza. Oltre alla repressione degli omosessuali, ci sono anche queste “cose”: le uccisioni di oppositori, di giornalisti, il sostegno dato ai massacratori come Assad, la mancanza di libertà civili. Abbiamo visto le immagini di centinaia di cani randagi massacrati per non disturbare i giochi olimpici. Perché chi accetta e sostiene l’uccisione di tanti bambini ed impedisce che siano aiutati e soccorsi dovrebbe esitare di fronte allo sterminio dei cani? Pensateci anche solo per un istante mentre guardate i giochi di Sochi, cercate di avere un’immagine a tutto campo dello zar Putin. Non vi piacerà.

Anna Foa, storica

(10 febbraio 2014)