moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Terapia orticulturale, la sfida di Israele

ishot-600Festeggiare i 66 anni di vita dello Stato di Israele significa anche celebrarne le eccellenze. Nasce sotto questo auspicio il convegno ‘La terapia orticolturale nella riabilitazione psichiatrica in Italia e in Israele: esperienze a confronto’ organizzato dalla associazione ambientalista Beautiful Israel (presieduta in Italia da Dario Coen) in collaborazione con la cattedra di Psichiatria dell’Università di Roma Tor Vergata e con il patrocinio dell’ambasciata israeliana. L’appuntamento è per domani mattina alle 9 presso la clinica S. Alessandro (via Nomentana 1362). Obiettivo dell’iniziativa favorire lo scambio di esperienze tra specialisti italiani ed israeliani che, in ambiti diversi, hanno sviluppato competenze specifiche nell’applicazione dell’orticoltura al trattamento e alla riabilitazione di disabilità fisiche, psichiche e cognitive. “Abbiamo scelto di proporre questo evento nei giorni successivi a Yom haAtzmaut per dare visibilità ai successi conseguiti dallo Stato di Israele nella sua giovane vita. Una sfida – spiega Coen – che è al cuore delle attività dell’associazione e che pensiamo di ravvivare in futuro con alcuni approfondimenti legati agli effetti benefici delle acque del Mar Morto e all’impegno di Israele contro la desertificazione. Anche in questo caso, un impegno d’eccellenza”.
Relativamente ai temi trattati nel convegno da segnalare l’impegno degli insegnanti di sostegno della scuola ebraica romana. Non a caso un primo momento di confronto lo si avrà questa sera al Palazzo della Cultura con la presentazione alla cittadinanza del lavoro svolto dagli psicologi delle scuole ebraiche in supporto agli allievi con problemi di apprendimento. L’incontro avrà inizio alle 20.30.
Tra i protagonisti del convegno due voci di Beautiful Israel: Linda Salomon, responsabile del programma di terapia orticolturale al Kibbutzim College of Educatione; Alberto Sonnino, membro della Società Psicoanalitica Italiana. Saranno presenti anche Merav Nir, marketing manager di Beautiful Israel e Patricia Teitelbaum, presidente di Beautiful Israel Belgio.
Estremamente significativa l’esperienza della dottoressa Salomon, che si è trovata a lavorare con bambini in età scolare le cui famiglie erano state evacuate dalle loro case come conseguenza dei processi di pace nell’area di Gaza e che, nella loro nuova collocazione, avevano difficoltà a trovare un equilibrio. Dopo aver costruito un giardino a scuola, i bambini hanno spontaneamente iniziato a piantare giardini intorno alle loro nuove case. E così, come hanno spiegato le madri alla terapista, i bambini hanno trovato la forza di compiere un gesto che noi adulti “non eravamo ancora riusciti a fare”.

(8 maggio 2014)