moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Ticketless
Il primo treno per Cuneo

cavaglion L’ultimo treno per Cuneo è un delizioso libretto di memorie del mai abbastanza compianto Guido Fubini. Un libretto che, nella sua prima edizione per i tipi di Meynier, ho visto nascere e di cui mi vanto di aver scritto la quarta di copertina. Vorrei che domani Guido potesse con i miei più affezionati lettori prendere il primo treno del mattino per Cuneo e unirsi a me per l’inaugurazione della piccola biblioteca che sto costruendo in memoria di mio fratello. Domani per il viaggiatore di Ticketless è un giorno di vacanza. Il lettore mi perdoni. Scendo dal treno e mi fermo a guardare insieme a tanti amici tanti libri allineati negli scaffali di una scola ebraica antica.
“Con l’orgogliosa modestia” che s’addice allo stile un po’ rustico di noi cresciuti ai piedi delle Alpi:
“In Piemonte”, scrive Primo Levi nel racconto Argon, “la sinagoga, con orgogliosa modestia, veniva detta semplicemente ‘scola’, il luogo dove si impara e si viene educati”.

Alberto Cavaglion

(11 novembre 2015)