moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

giusti…

“Dove Avrahàm ed Yitzhàk avevano risieduto…”(Bereshìt 32, 12).
Il grande commentatore italiano Rabbì Ovadià Sforno spiega questo verso dicendo che il ricordo e la misericordia dei Giusti, nella terra dove hanno risieduto, porta del bene ai loro figli concedendoli un buon nome agli occhi degli abitanti di quello stesso luogo. Il contrario è nel caso dei malvagi dei quali è detto (Isaia 14, 21): “Preparate il massacro dei suoi figli a causa dell’iniquità di loro padre, perché essi non sorgano e possiedano la terra”.

David Sciunnach, rabbino

(25 novembre 2015)