moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Oltremare – Miracolo virale

fubiniGira da ieri mattina su internet un clip in cui un gruppo di buoni ebrei americani, tutti uomini, vestiti da buoni uomini ebrei americani, e quindi in completi scuri e camicie bianche e cappellini da baseball, ballano su musiche ebraiche in Bahrain, portando in trionfo una Channukia (ancora spenta), e abbracciandosi con colleghi uomini altrettanto barbuti e pasciuti, ma musulmani. Miracolo di Channukka, titolano le condivisioni su Facebook! Incredibile, ebrei e musulmani che addirittura ballano insieme al suono di musiche ebraiche diasporiche, tipo “Am Israel Chai”! Miracolo, davvero. In effetti, il sovrano del Bahrain non ha ancora passato per le armi nella pubblica piazza i riconoscibilissimi signori con kefia bianca o rossa che ballano allegri, ma francamente son problemi loro.
D’altra parte, usando la temibile eppure inevitabile wikipedia si impara che il Bahrein conta meno di un milione e mezzo di cittadini, quasi un terzo dei quali risiedono all’estero, 37 ebrei, contati non so come ma uno di wiki o si fida ciecamente oppure smette di scrivere, e sta attuando da anni una forte politica di attrazione del turismo. Diciamo quindi che vista la presenza di un miliardario ebreo americano e della sua corte, si può ipotizzare che la festicciola nel piccolo regno forse avesse qualcosa a che fare con degli investimenti e non fosse una semplice per quanto precisa lezione di Hava Nagila ai locali. Perciò, dal punto di vista dello sceicco ospitante un po’ di buone maniere e l’accensione di una strana lampada a nove braccia può rientrare nelle cose plausibili da fare con degli ospiti.
Certo lo sceicco del Bahrein non poteva prevedere che diversi fra gli americani panciuti si facessero dei bei video-selfie, e che i balli ebraici nel suo salotto avrebbero iniziato subito a saltellare attraverso le pagine Facebook fino ai telegiornali delle otto in Israele e chissà dove altro. Chissà come l’ha presa.

Daniela Fubini

(26 dicembre 2016)