moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

melamed, master – Cultura ebraica e comunicazione

master, apertura

Dallo studio della Torah alla storia del pensiero mistico e della Qabbalah, dalla letteratura ebraica alla deontologia della comunicazione, dai linguaggi digitali e multimediali alla filosofia ebraica. E poi ancora la storia delle comunità ebraiche italiane, del pregiudizio antiebraico, di lingua, feste, riti e tradizioni ebraiche.
C’è tempo fino al 24 aprile per iscriversi al Master in Cultura Ebraica e Comunicazione, il corso di studi che fa parte del Diploma Universitario in Studi Ebraici, diretto dal Rabbino Capo di Roma e Direttore del Collegio Rabbinico Riccardo Shmuel Di Segni e coordinato dalla Prof.ssa Myriam Silvera, docente di Storia e cultura ebraica presso l’Università di Roma Tor Vergata.
Una opportunità di formazione aperta a tutti i laureati con laurea triennale o del vecchio ordinamento che vogliano intraprendere una “full immersion” nelle materie ebraiche da una prospettiva diversa, ma su basi molto tradizionali.
Gli insegnamenti di materie ebraiche sono infatti tenuti da Rabbanim ed esperti qualificati, come lo stesso Rav Di Segni (Torah scritta, Torah orale, canone biblico ebraico), il Direttore delle Scuole Ebraiche di Roma Rav Benedetto Carucci Viterbi (Pensiero mistico e Qabbalah), il Rabbino Capo di Napoli Umberto Piperno (Talmud), il Sofer Amedeo Spagnoletto (Feste e riti della tradizione), l’art director e curatore dello spazio online Morashà David Piazza (Lo studio della Torah in epoca informatica).
E ancora, le studiose e docenti universitarie Katrin Tenenbaum (Filosofia ebraica), Anna Foa (Storia delle comunità ebraiche italiane), Roberta Ascarelli (Letteratura ebraica contemporanea), Ester Di Segni (Lingua ebraica) e Myriam Silvera (Storia dell’antisemitismo).
Gli insegnamenti più specifici sul versante della comunicazione sono tenuti da Emanuele Ascarelli, per molti anni Direttore di Sorgente di Vita e delle relazioni istituzionali UCEI (Deontologia e comunicazione ebraica), Giuseppe Burschtein, docente di Comunicazione Digitale all’Università di Firenze (Linguaggi digitali e multimediali nell’ebraismo), Ariela Piattelli, giornalista e direttrice artistica del Pitigliani Kolno’a Festival (Ebraismo e cinema).
Il Master propone dunque una sapiente commistione tra comunicazione moderna e i principi della tradizione ebraica. Per approfondire un percorso personale o professionale, per avvicinarsi all’ebraismo da un punto di vista nuovo e peculiare, per entrare in contatto con una realtà accademica stimolante, relativamente nuova nel panorama dell’offerta di alta specializzazione nel nostro Paese.
Le lezioni si tengono a Roma e si possono seguire in diretta via Skype da altre città e dall’estero ed è previsto un colloquio di orientamento e motivazionale.
Informazioni dettagliate sono reperibili all’indirizzo http://ucei.it/formazione/master-in-cultura-ebraica-comunicazione/

mdp

(7 aprile 2017)