moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

In ascolto – La musica del giardino

milanoQuesta settimana voglio ricordare il Giardino dei Finzi Contini. Ci ho pensato a lungo, mi sono chiesta se ai più sarebbe apparsa banale la scelta, fin troppo palese il collegamento con la nuova opera site-specific dell’artista israeliano Dani Karavan creata a Ferrara.
In realtà il mio non vuol essere un commento didascalico all’evento, quanto piuttosto una suggestione musicale che avvolge il luogo stesso, o meglio il “non luogo” nato dalla fantasia di Giorgio Bassani.
“Il giardino che non c’è” viene cullato dalla musica di Manuel De Sica, che compose la colonna sonora per il film “Il Giardino dei Finzi Contini” nel 1970 (regia di Vittorio De Sica), vincitore dell’Oscar come miglior film straniero (1971) e dell’Orso d’oro a Berlino (1971).
Manuel inizia a comporre musica da film nel 1968, sempre per un film diretto dal padre, “Amanti” e negli anni seguenti collabora con i grandi nomi del cinema italiano tra cui Roberto Rossellini, Pasquale Squitieri e Dino Risi.
La colonna sonora de “Il Giardino dei Finzi Contini”, come dicevo, avvolge quel luogo letterario che oggi vive nell’opera di Karavan, nella Ferrara di Bassani e lo culla, in una sinfonia che alterna melodie romantiche e melanconiche a momenti più drammatici e apre a grandi respiri nelle parti orchestrali.
E per me, quella musica ha il sapore delle madeleines.

Maria Teresa Milano

Consiglio d’ascolto: