moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Amos Oz (1939-2018)

Mirjam_Pressler_u._Amos_Oz_2015 (1)

Mondo della cultura e della letteratura in lutto per la scomparsa di Amos Oz. Nato nel 1939 come Amos Klausner a Gerusalemme, città in cui sono stati ambientati molti dei suoi scritti, Oz era tra gli intellettuali più amati e influenti della sua generazione. Un successo che è stato e continuerà ad essere anche italiano. Da Una storia di amore e di tenebra a Giuda, da Il monte del cattivo consiglio a La vita fa rima con la morte. I suoi romanzi e saggi hanno avuto ampia diffusione nel nostro paese, dove Oz è stato più volte ospite e protagonista di incontri indimenticabili.
Oz ha scritto 18 libri in ebraico e circa 450 articoli e saggi. Le sue opere sono state tradotte in circa 30 lingue. Ha ricevuto il Premio Israele per la letteratura nel 1998, anno del cinquantesimo anniversario dell’indipendenza dello Stato ebraico. Nel 2005 ha ricevuto dalla città di Francoforte il Premio Goethe alla carriera, assegnato in passato a Sigmund Freud e Thomas Mann. Nel 2007 ha ricevuto il Premio Principe delle Asturie per la Letteratura. Nel 2008 ha ricevuto il Premio Heinrich Heine della città di Düsseldorf. Nel 2010 ha vinto la prima edizione del Premio Salone Internazionale del Libro, assegnatagli dal voto elettronico dei visitatori ed editori della manifestazione.

(Il grande scrittore israeliano Amos Oz entra in trionfo alla Fiera del libro di Lipsia, uno dei massimi appuntamenti culturali europei, assieme alla scrittrice Mirjam Pressler, sua traduttrice di fiducia nelle edizioni tedesche di un’opera che si è affermata ai vertici della letteratura universale).