moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

L’Iran viola l’accordo nucleare
“Si applichino le sanzioni”

netanyahuLe forze di sicurezza israeliane hanno arrestato nella notte un palestinese ritenuto responsabile di aver lanciato la sua auto contro un gruppo di soldati che si trovava al checkpoint di Hizma, in Cisgiordania. Tre soldati hanno subito ferite moderate nell’attacco, due ferite lievi, ha affermato l’esercito, parlando apertamente di attentato terroristico. Intanto, a proposito di minacce, L’Iran ha annunciato che produrrà uranio arricchito oltre il limite del 3,67 per cento previsto dall’accordo sul nucleare del 2015. L’annuncio è stato fatto dal capo dei negoziatori iraniani sulle questioni nucleari, Abbas Araghchi, che ha spiegato che l’Iran comincerà a produrre uranio arricchito al 5 per cento, una quantità ancora lontana da quella necessaria per produrre una bomba atomica ma in ogni caso un segnale preoccupante. “L’Iran ha violato la sua solenne promessa del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di non arricchire l’uranio oltre un certo livello”, ha commentato il Primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu all’inizio della riunione settimanale del governo. “Invito i miei amici, i capi di Francia, Gran Bretagna e Germania – avete firmato questo accordo e avete detto che non appena avrebbero fatto questo passo, sarebbero state imposte severe sanzioni – questa era la risoluzione del Consiglio di sicurezza. Dove siete ora?”. Secondo Netanyahu, che chiede dunque l’introduzione di nuove sanzioni a carico del regime di Teheran, “l’arricchimento dell’uranio è fatto per una sola ragione: la creazione di bombe atomiche”.