moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Mitsotakis, la Grecia e le ottime relazioni con Israele

Schermata 2019-07-09 alle 16.09.00

Da Israele e mondo ebraico sono arrivati congratulazioni e giudizi positivi sul nuovo primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis. “Il primo ministro Mitsotakis è un vero alleato di Israele e ha sempre dimostrato profondo sostegno e amicizia per la comunità ebraica in Grecia. Non vediamo l’ora di lavorare insieme a lui nei mesi e negli anni a venire, e confidiamo che includerà tra le sue massime priorità la seria necessità di eliminare ogni residuo di antisemitismo e ideologia neonazista dall’interno del paese”, ha commentato il Presidente del World Jewish Congress Ronald Lauder, congratulandosi con Mitsotakis e festeggiando l’uscita di scena – almeno dal parlamento greco – del partito di estrema destra Alba Dorata. “Siamo estremamente lieti di apprendere che il partito di estrema destra Alba Dorata non è riuscito a guadagnare nemmeno il 3% dei voti, a riprova del fatto che la società greca è stufa del suo marchio di nazionalismo estremista e odioso, dopo più di sette anni di parlamento”. “Non c’è posto per la clemenza quando si tratta di combattere la xenofobia violenta, né per le strade né al governo. – ha aggiunto Lauder – Un nuovo giorno è arrivato in Grecia e auguriamo al primo ministro Mitsotakis e a tutti i cittadini del paese la fortuna di andare avanti”.
In campagna elettorale Mitsotakis ha promesso tra le altre cose di “rafforzare ulteriormente il rapporto tra Grecia e Israele in futuro”. Un rapporto avviato nel 1990 dal padre, Konstantinos Mitsotakis, il primo Primo Ministro greco a stabilire legami diplomatici completi con Israele. All’epoca, la Grecia era rimasta l’ultima nazione dell’Europa occidentale senza questo tipo di relazioni con Israele ed era tra i maggiori sostenitori dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP) in Europa. “Per quanto questa decisione sembri ovvia, non lo era affatto 28 anni fa, perché l’opinione pubblica greca dell’epoca era fermamente proaraba e anti-Israele”, aveva ricordato Kyriakos Mitsotakis a un evento organizzato dal American Jewish Committee proprio per celebrare il padre. “Konstantinos Mitsotakis andò controcorrente. Fece ciò che era giusto in generale e ciò che era giusto per l’interesse del suo paese”. Mitsotakis senior diventerà così anche il primo Premier greco a visitare lo Stato ebraico.
La Grecia e Israele hanno stretto negli ultimi anni una forte alleanza, lavorando sulla cooperazione economica ed energetica e difendendo interessi reciproci. “La Grecia, ad esempio, – ricorda l’Ajc – ha preso una posizione forte contro la decisione dell’Unione europea di applicare etichette speciali ai prodotti israeliani prodotti negli insediamenti. Quando l’Egitto ha tagliato il gas a Israele, la Grecia ha concluso un accordo con lo Stato ebraico per la posa dell’Interconnettore EuroAsia, il più lungo cavo elettrico sommerso del mondo, per collegare Israele alla rete elettrica europea. L’accordo trilaterale tra Israele, Grecia e Cipro è stato il primo passo verso la creazione del Forum del gas del Mediterraneo orientale”.