moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

“Israele con il rabbino capo Mirvis
nella lotta contro l’antisemitismo UK”

rivlin mirvis

Israele è al fianco del rabbino capo di Gran Bretagna Ephraim Mirvis nella sua lotta contro l’antisemitismo. Incontrando a Londra rav Mirvis, il Presidente israeliano Reuven Rivlin ha voluto esprimere il suo sostegno alla guida dell’ebraismo britannico in questi giorni complicati. Mirvis ha infatti scelto di esprimersi pubblicamente sulle colonne del Times – “con cuore pesante” – per denunciare l’antisemitismo interno al partito laburista guidato da Jeremy Corbyn e invitato gli elettori d’Oltremanica a votare secondo coscienza il prossimo 12 dicembre alle elezioni nazionali. Un intervento senza precedenti, motivato da una preoccupazione diffusa tra gli ebrei britannici per le posizioni di Corbyn e dei suoi e per la percezione che il Labour abbia fatto poco o nulla per combattere seriamente l’antisemitismo al suo interno. A rav Mirvis, il Presidente Rivlin ha offerto il proprio sostegno “per il suo lavoro ispiratore contro il crescente antisemitismo e razzismo. La sua voce chiara e la sua leadership, soprattutto negli ultimi giorni, ci riempie tutti di orgoglio”. “Tolleranza zero per l’antisemitismo significa dare sicurezza alle comunità ebraiche e contrastare l’estremismo religioso. Significa insistere sul fatto che non c’è spazio per l’antisemitismo nelle stanze del potere e non c’è spazio per l’incitamento sui social media. Significa una legislazione efficace e un’efficace educazione sulla Shoah”, ha dichiarato Rivlin, intervenendo a un incontro organizzato dall’associazione United Jewish Israel Appeal. “Dalla Dichiarazione Balfour, – ha aggiunto il Presidente – Israele ha condiviso con la Gran Bretagna una storia e valori democratici comuni. È a causa di questi forti legami che siamo estremamente preoccupati per l’aumento dell’antisemitismo nel Regno Unito”. Riguardo alla minaccia antisemita, la presidenza israeliana ha organizzato a Gerusalemme per gennaio un grande conferenza a cui parteciperanno capi di Stato e di governo di tutto il mondo, tra cui il Presidente italiano Sergio Mattarella. Per la Gran Bretagna bisognerà vedere chi vincerà tra i conservatori di Boris Johnson e i laburisti di Corbyn. Il leader della sinistra ha avuto l’occasione per scusarsi con il mondo ebraico per l’antisemitismo interno al suo partito in un’intervista sulla BBC ma ha scelto di non farlo: il giornalista Andrew Neil ha chiesto a Corbyn quattro volte se voleva scusarsi per il dolore causato agli ebrei britannici. Ogni volta, ha eluso la domanda, rispondendo: “Quello che dirò è che sono determinato a far sì che la nostra società sia sicura per le persone di tutte le fedi”.

dr