achshav/adesso

Meis, la comunicazione è “social”

Meis tweet “Via Twitter è tutto più semplice”. Così Sharon Reichel, responsabile della comunicazione del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah – Meis e curatrice della mostra “Torah Fonte di vita” (visitabile fino al 31 dicembre 2015), sintetizza il significato della …

Bologna Children’s Book Fair – Aprirsi ai giovani lettori, con Pagine Ebraiche e DafDaf

bibolIl giornale dell’ebraismo italiano Pagine Ebraiche e il giornale per bambini DafDaf protagonisti alla Bologna Children’s Book Fair, la più importante fiera internazionale del settore che si apre in queste ore, con eventi e iniziative attorno ai temi della letteratura …

Guardare le parole, le figure non servono

Schermata 03-2457112 alle 13.11.53 La storia è semplice. La copertina, rigorosamente in bianco e nero, scandisce solo cinque parole e niente di più: The Book With No Pictures. I caratteri, laccati e in rilievo fanno brillare il nero inchiostro in campo bianco. Il nome …

Trieste, il museo cambia volto

16356563273_d35c683c78_kUn nuovo allestimento per il museo ebraico “Carlo e Vera Wagner” di Trieste, svelato ieri dalla Comunità al termine di un progetto di recupero degli spazi svoltosi in due fasi.
Nel piano superiore, dedicato alla cultura ebraica e Trieste, ad …

Bologna Children’s Book Fair Raccontare all’infanzia, DafDaf e Pagine Ebraiche protagonisti

ishot-549La primavera, si sa, è tempo di libri, e ad aprire le danze è come ogni anno la prestigiosa Bologna Children’s Book Fair (30 marzo-2 aprile), la più importante fiera internazionale dedicata alla letteratura per bambini e ragazzi, che porta in questi giorni in città il meglio dell’editoria mondiale per giovani lettori. L’esperimento dello scorso anno, quando “Non ditelo ai grandi” ha aperto il padiglione 33 al pubblico, ha avuto un tale successo con la libreria internazionale e i suoi oltre cento incontri organizzati in collaborazione con la Cooperativa culturale Giannino Stoppani, che quest’anno la Fiera di Bologna propone il “Weekend dei giovani lettori”. Nei primi due giorni della manifestazione, poi, oltre alla libreria internazionale con le sue iniziative, il pubblico può visitare la storica Mostra degli illustratori (nell’illustrazione l’opera del vincitore dell’Hans Christian Andersen Award 2015 per l’illustrazione, Roger Mello), e la mostra del paese ospite di quest’edizione, la Croazia. Elena Pasoli e Roberta Chinni, le due anime della grande manifestazione, hanno inoltre previsto un moltiplicarsi di attività anche durante la settimana, all’interno degli spazi normalmente inaccessibili al grande pubblico, che quest’anno si aprono invece agli insegnanti, con un programma speciale dedicato a educazione, didattica e cultura dei ragazzi. E la collaborazione di Pagine Ebraiche e di DafDaf, il giornale ebraico dei bambini con la Bologna Children’s Book Fair continua e si consolida un anno dopo l’altro.

DafDaf 55 – Bologna Children’s Book Fair
Un giornale che parla al futuro

DD 55 cover“Direi che è chiara: un libro è come un seme, crea tanti lettori.” Luisa Valenti ha accompagnato qualche settimana fa con queste parole l’illustrazione che ha regalato al numero 55 di DafDaf. Un numero speciale, in cui sono tante le pagine dedicate alla lettura, per onorare come ogni anno quella incredibile festa del libro per bambini e ragazzi che è la Bologna Children’s Book Fair. Il programma di quest’anno, come sempre rigorosamente dedicato ai professionisti del settore, apre però con una evoluzione dell’iniziativa che già nel 2014 aveva spalancato le porte della fiera di Bologna a migliaia di giovani lettori: “Non ditelo ai grandi” è cresciuto, e la grande libreria internazionale quest’anno apre nel we le sue porte, insieme alle mostre che nei prossimi giorni saranno visitate da centinaia di editori, autori e illustratori.