moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Categoria: Attualità

Ticketless – Lucus a Lucendo

cavaglionBosco della non luce. Prendendo a modello la saggezza degli antichi, Carlo Levi descriveva così, in Cristo si è fermato a Eboli, il paesaggio magico che aveva conosciuto al confino. Alessandra Lancellotti ed Enrico Masi hanno rovesciato quella massima nel …

Il prof filonazista
verso il licenziamento

rassegnaRischia il posto Emanuele Castrucci, il docente dell’Università di Siena che ha espresso il proprio apprezzamento per Hitler. “Il rettore Francesco Frati – racconta tra gli altri il Corriere – ha chiamato gli avvocati dell’ateneo, ha riunito il senato accademico …

Assumersi la responsabilità

Viviana KasamOrmai l’emergenza razzismo è in primo piano sui media. Ma oltre a denunciarla, si può fare qualcosa di attivo per contrastarla?
La strada proposta da Gabriele Nissim, di cui ho già parlato più volte in queste pagine, mi sembra diventi …

L’ignobile performance

anna foaLa performance del consigliere di estrema destra che si offende perché Liliana Segre ha sostenuto che Cristo era ebreo tende a farci quasi sorridere data la visibile ignoranza del consigliere in questione, e a farci credere che attaccarlo, come suggeriva …

Not in my name a Milano
Lezioni contro i pregiudizi di genere

IMG_20191202_104542650_2Affrontare i vari aspetti della violenza sulle donne, conoscere quali strumenti adottare per contrastarla e comprendere quali risposte danno ebraismo, cristianesimo e islam in merito a questo problema. Sono alcuni degli spunti emersi dai ragazzi provenienti da diversi istituti milanesi …

Il prof neonazista verso il licenziamento

“L’ateneo che ho l’onore di rappresentare si è sempre caratterizzato per il forte impegno antifascista e combatte con forza tesi revisioniste neonaziste ed ogni forma discriminatoria nei confronti di qualsiasi popolo. Le vergognose esternazioni del professor Castrucci offendono la sensibilità …

Specchi infranti,
pietre rotolanti

claudio vercelliL’improvvida decisione della municipalità di Schio, ovvero di una parte del suo Consiglio comunale, di non provvedere all’installazione delle pietre d’inciampo, in memoria di quattordici cittadini deportati e poi assassinati nei lager nazisti, parrebbe quasi appartenere al campo delle bizzarrie …