moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Categoria: Idee

Tradurre noi stessi a noi stessi

Anna SegreDomenica mattina, Salone del Libro. Chi è in coda per entrare digerisce abbastanza bene la novità dei controlli di sicurezza (purtroppo diventa ogni giorno più difficile metterne in discussione la necessità); unica nota stonata l’attivista BDS che cerca di convincere …

Diario del soldato
Chic e Shock

zebuloniSe sia Chic o se sia uno Shock, ancora non si sa, ma una cosa è certa: l’abito indossato da Miri Regev (ministra della Cultura israeliana) alla settantesima edizione del Festival di Cannes, ha fatto discutere tutti. Ma proprio tutti. …

Unirsi nel deserto

ilana bahboutOvunque si viva, probabilmente si vive in Egitto; esiste un posto migliore che è la Terra promessa e la strada che porta ad essa attraversa il deserto. L’unico modo di raggiungerla è unirsi e marciare assieme. (David Walzer, Esodo e …

…segni

Non è un fatto di quantità, ma di qualità. La programmazione dell’uccisione di bambini e ragazzi è una delle malattie della modernità. Gli apparati di sicurezza possono tentare di scongiurare gli attentati, le organizzazioni umanitarie possono assistere gli scampati alle …

Ma non chiamatela liberazione

Giorgio BerrutoLe strumentalizzazioni e le riscritture del passato allo scopo di giustificare il presente non sono novità recente. E tuttavia colpisce il grado con cui dilagano nell’Israele che commemora i cinquant’anni dalla guerra dei Sei giorni. “Cinquant’anni fa siamo tornati nel …

Forse non tutto è perduto

Sara Valentina Di PalmaScrive Yehudit Hendel in I villaggi del silenzio: diario di un viaggio in Polonia (Guida 2000) a proposito del suo ritorno nel Paese dove nacque e da cui fece aliyah ancora bambina in epoca del mandato britannico, che “È impossibile …

incompleti…

All’inizio della Parashà, elencando i figli di Aharòn, la Torah ricorda che i primi due sono morti “offrendo un fuoco estraneo al cospetto del Signore, e non avevano figli”. Un aspetto particolare di questo versetto è che non è detto …

…1967

Martedì, mentre Gerusalemme era in stato d’assedio per la visita di Trump, fortunatamente mi trovavo all’Istituto Universitario Ben Gurion a Sdé Bokér nel Neghev per la presentazione del libro “Israele 1967-1977: Continuità e svolta”. È davvero stata la guerra dei …

Tripoli e il canto di Bar Yochai

david-meghnagiGli ebrei di origine libica, o meglio quel che restava della comunità dopo il grande esodo degli anni cinquanta, sono arrivati in Italia dopo un pogrom, seguito allo scoppio della guerra dei Sei giorni, del giugno 1967. Il terzo in …