pilpul/polemica

Il secondo giorno di festa

gianfranco di segniDaniel Funaro ieri ha scritto su questa colonna: “Chiederei, sommessamente e gentilmente, ai rabbini di abolire il secondo giorno di Moed fuori da Israele. Vi assicuro che è l’unica grande necessità di cui l’ebraismo sente davvero il bisogno”.

Gli ebrei nei libri di scuola

anna segreLeggendo quello che i libri di testo di storia antica scrivono sugli ebrei ci si domanda che cosa ci sia di attendibile in quello che leggiamo sugli altri popoli. Anzi, dato che le proteste da parte di Sumeri, Egizi e Hittiti sono alquanto improbabili sarebbe logico supporre che per loro l’attendibilità sia ancora minore. Va bene, ammettiamo onestamente che i popoli antichi non interessano a nessuno e che il loro studio non pare neppure particolarmente utile per la formazione di cittadini consapevoli.

La resistenza curda

Francesco Moisés BassanoL’eroica resistenza dei curdi di Kobane assediati dai terroristi dell’IS, sembra destinata all’abbandono e a risvolti tragici, dal ruolo ambiguo e doppiogiochista della Turchia, al disinteresse della Sinistra internazionale più occupata a condannare e a boicottare Israele, all’incapacità della presidenza USA ad optare per un intervento più risolutivo, con il quale verrebbe in tal caso puntualmente tacciata di imperialismo.

Da chi dipende

ilanaCi sono cose che dipendono dall’uomo e cose non dipendono dall’uomo. I capitoli di Bereshit e di Noach ce lo raccontano. Se capiamo questo, forse anche noi saremmo a metà dell’opera.

Ilana Bahbout

(24 ottobre 2014)…

Setirot – I conti con il passato

jesurum“Per l’arte della memoria con la quale ha evocato i destini umani più inafferrabili e svelato la vita reale durante l’Occupazione”. È con questa motivazione – come ormai sappiamo a memoria – che l’Accademia Reale Svedese ha assegnato il Nobel …

Time out – Noi e il sinodo

daniel funaroSe proprio sentiamo il bisogno di un sinodo ebraico cambiamo almeno l’ordine delle priorità. Chiederei, sommessamente e gentilmente, ai rabbini di abolire il secondo giorno di Moed fuori da Israele. Vi assicuro che è l’unica grande necessità di cui l’ebraismo sente davvero il bisogno.