moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Tag: 1938

Setirot – Il banco vuoto

jesurum“Il banco vuoto. Scuola e leggi razziali. Venezia 1938-45” è un libro che mi riguarda. Lo ha scritto, con vent’anni di studi e ricerche alle spalle, Maria Teresa Sega per Cierre edizioni. Mi riguarda innanzitutto poiché sento visceralmente giusto – …

SONY DSC

Liliana Segre e l’archivio delle ferite

Nell’appartamento di corso Magenta 55 la piccola Liliana si divertiva a correre con il suo triciclo percorrendo i lunghi corridoi tra le stanze. Il padre Alberto, subito dopo esser rimasto vedovo, aveva preso assieme ai genitori Giuseppe e Olga i …

diversi-giorgio-treves

JCiak – Un’occasione mancata

Un premio non basta a dare gambe e fiato ai film. A fare la differenza sono il riscontro di pubblico e critica e in questo caso non si sono fatti attendere. Eppure spiace non trovare nella rosa dei prestigiosi David …

Setirot – I conti con la storia

stefano-jesurumA fine ottobre, godendomi alla Triennale l’interessantissima “…ma poi, che cos’è un nome? Una mostra sul censimento degli ebrei a Milano del 1938” (curata da Laura Brazzo e Daniela Scala della Fondazione CDEC e da Emanuele Edallo dell’Università degli Studi …

IMG_20181219_112353

L’Inail si inchina a Fuà
“Memoria urgenza del presente”

“Ebreo, dirigente dell’istituto, discriminato e dispensato dal servizio a causa delle leggi razziali fasciste del 1938. Con la speranza e l’impegno che mai più tanta disumanità abbia a verificarsi e mai più un uomo subisca persecuzioni a motivo della razza, …

gui

Il fascismo e gli intellettuali
1938, la ferita e la fuga

Relazioni di alto livello e molti spunti dal convegno “L’emigrazione intellettuale dall’Italia fascista” che si è svolto ieri a Firenze su impulso dell’Università degli studi e con il contributo della Regione Toscana e con il sostegno della Comunità ebraica fiorentina.…

L’Italia e il ’38

davidsoraniGli ottanta anni dall’adozione aperta del razzismo antisemita da parte del regime fascista hanno indubbiamente segnato una svolta. L’interesse e la sensibilità pressoché generali, la mobilitazione dei mass media sull’argomento sembrano rivelare, finalmente, una prese di coscienza collettiva, ciò che …

Genova, la vergogna del ’38
e una targa per fare Memoria

Da Alberto Beer a Guglielmo Valobra. I nomi dei sedici avvocati ebrei genovesi privati del lavoro e della dignità professionale con l’entrata in vigore delle Leggi razziste tornano simbolicamente ad occupare i luoghi della loro espulsione.
Da ieri infatti li …

…bambini

Fra le tante iniziative e mostre dedicate all’ottantesimo delle Leggi razziste del 1938, vorrei segnalare, per il pubblico romano, un’incantevole mostra di disegni di bambini organizzata al Museo di Roma (durerà fino al 2 dicembre). Sono lavori di bambini della …