moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Tag: 5779

Un filo comune che ci unisce

rav giuseppe momiglianoTizku leshanim rabbot habbanim im haavot beditzà uvtzaalà, beshaat haNeilà.
Possiate meritare molti anni, i padri insieme ai figli, con gioia e letizia, in quest’ora di Neilà.
Troviamo queste parole nell’inno “E-L norà alilà” che introduce la preghiera di Neilà, …

Setirot – Auguri

stefano jesurumSeppur in ritardo, Shanà tovà u’metukà lekulàm, auguro a tutt* (dove l’asterisco riunisce appartenenze di genere, fedi, agnosticismi, ateismi, etiche e ideologie differenti sempre e comunque nel rispetto dell’altro e nella viscerale convinzione antirazzista).
Shanà tovà u’metukà lekulàm in attesa …

Un anno per l’ebraismo italiano

rav ariel di portoA novembre, terminati da poco i mo’adim di questo 5779, si terrà un appuntamento molto importante per l’ebraismo italiano, gli Stati Generali dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. È evidente a tutti che ci sono molte urgenti questioni sul tavolo, e …

Un anno di buone azioni

misulAuguro a tutti un anno dolce e sereno, per un mondo in cui le buone azioni siano numerose come i chicchi del melograno e la volontà dell’agir bene sia potente come il suono dello Shofar.

Daniela Misul, presidente della Comunità

Un anno per migliorare

moretti“Ogni ebreo, non importa quale sia il tempo o il luogo in cui vive, ha la piena capacità di elevarsi e raggiungere il più alto livello di perfezione. Lo deve fare per il bene di tutto il Creato. Questo è …

Un anno per la libertà

de pazInizia un nuovo anno, il 5779 e l’ebraismo italiano rivive una condizione che travolge l’Europa e le democrazie. Condizione in cui le libertà per le quali abbiamo tanto lottato sono di nuovo minacciate.
Ogni giorno piccole e grandi Comunità sono …