moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Tag: aleftav

Seder…

Il Seder non è una commemorazione! In ricordo dell’uscita dall’Egitto: in numerosissimi passi la Torah ci comanda di ricordare l’uscita dall’Egitto in ogni giorno della nostra vita. Ma come si può riuscire veramente a ricordare? Significa prima di tutto ricordare …

…europeismo

Perché noi ebrei d’Europa non possiamo non dirci europeisti: perché l’Europa è stato il progetto di antifascisti costretti al carcere e al confino, uomini come Spinelli e Colorni, che volevano trasformare ed unire il nostro continente e porre fine alle …

…Europa

Dopo 60 anni l’Europa per molti non è più un sogno. Il futuro che dipingono è un ritorno al passato. Quelli che contro di loro difendono l’idea di Europa, pensano che basti evocare le buone intenzioni originarie per andare avanti. …

…propaganda

Si chiama Khâlid-i Baghdâdî ed è un noto pensatore sufista che scrisse e operò fra la fine del ‘700 e la prima parte dell’800. La tradizione Sufi nel mondo islamico è per analogia quello che in area occidentale passa sotto …

mondo…

Ci sono giorni che queste mie poche righe, questi two cents mi costano più fatica del solito perché chiudono, di fatto, le mie esperienze e le mie emozioni raccolte durante tutta la settimana. E talvolta le esperienze di una settimana …

…Informazione

L’incipiente crisi di governo in Israele verte su uno dei valori fondamentali di una democrazia: la libertà di stampa. Israele come molti altri paesi ha un’Autorità pubblica per le trasmissioni televisive e radiofoniche (la Reshut Hashidur – in inglese IBA). …

santità…

La presentazione del rendiconto sui materiali impiegati per la costruzione del Mishkàn è introdotta dalla frase: “Élle fequdè ha-mishkàn, mishkàn ha-‘edùth”, “Questi sono i conteggi del Mishkàn, il Mishkàn della testimonianza”. Questa ripetizione e la sua specificazione sono oggetto di …

dialogo…

Convegno di rabbini provenienti da diversi paesi europei. All’ordine del giorno tanti argomenti diversi, dai quali emerge la sfida che il rabbinato contemporaneo cerca di affrontare: svolgere attivamente un ruolo nel quale ci si trova ad affrontare da un lato, …

…salvagente

La normatività del linguaggio la produce spesso l’uso, ossia non esistono norme a priori che non siano modificabili dall’uso che ne facciamo noi, un uso in continua evoluzione, naturalmente. La regola oppone resistenza, è ovvio, ma fino a quando?
Non …

Shabbat…

Lo Shabbat costituisce per noi ebrei il più forte antidoto contro l’idolatria. Lo si evince chiaramente dalla battuta d’arresto con cui la Torah (Shemòt, 31; 13-17) interrompe l’elencazione di tutti gli oggetti necessari al funzionamento del Santuario per ricordarci, ancora …