moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Tag: bartali

giglio

Solidarietà, nel nome di Bartali

Gino Bartali, il campione e l’eroe. Il grande cuore di Ginettaccio, Giusto tra le Nazioni dal 2013, continua a ispirare e ad accompagnare impegni per la solidarietà.
Di Gino si è tornati a parlare nelle scorse ore, in occasione di …

Screen Shot 2018-05-16 at 13.47.29

Assisi, la Memoria è sui pedali

A metà strada tra l’avvio di Gerusalemme e l’epilogo a Roma, la tappa del Giro d’Italia partita quest’oggi da Assisi alla volta di Osimo prosegue (anche se con alcuni evitabili inciampi) nel percorso di Memoria e condivisione di valori non …

In ascolto – Ruote e pedali

Maria Teresa MilanoRuote e pedali, il dossier di maggio di Pagine Ebraiche, presenta la partenza da Gerusalemme del Giro d’Italia e racconta la straordinaria e commovente storia di Gino Bartali, insignito del titolo di Giusto fra le Nazioni e ora anche della …

Screen Shot 2018-04-22 at 11.30.10

“Gino Bartali, cittadino di Israele”

Mercoledì 2 maggio, all’interno di una solenne cerimonia che si svolgerà allo Yad Vashem e che è stata organizzata insieme alla Israel Cycling Academy, la prima squadra professionistica israeliana di ciclismo, Gino Bartali otterrà ufficialmente in memoria la cittadinanza onoraria …

Screen Shot 2018-04-05 at 12.35.59

Firenze-Assisi per Bartali
“Gino, un eroe di Israele”

“Non potevamo mancare. È un Giro che è stato pensato anche per Gino, il nostro eroe”.
Per il terzo anno consecutivo una rappresentanza della Israel Cycling Academy, la prima squadra professionistica israeliana di ciclismo, ha affrontato la tratta da Firenze …

Schermata 2017-09-18 alle 14.00.54

Nel nome di Giorgio Goldenberg

“Può confermare quanto mi ha appena detto con una testimonianza scritta?”. “Certo, è davvero il minimo che possa fare per una persona che mi ha salvato la vita”. Si conclude così una lunga telefonata tra Firenze e Kfar Saba, Israele. All’altro capo della cornetta c’è Giorgio Goldenberg, 78enne ebreo di origine fiumana. Giorgio si è appena confidato andando a ripescare nomi e luoghi della sua infanzia in fuga dal nazifascismo. Tra le varie reminiscenze che tornano insistenti alla mente c’è una cantina fiorentina con affaccio su un piccolo cortile interno...