moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Tag: kippur

Setirot – Conti con il passato

stefano jesurumPerché credo profondamente che Kippur sia un giorno – o meglio un processo, un percorso – assolutamente universale? Perché significa fare, davvero, i conti con il proprio passato.

Stefano Jesurum, giornalista

Un filo comune che ci unisce

rav giuseppe momiglianoTizku leshanim rabbot habbanim im haavot beditzà uvtzaalà, beshaat haNeilà.
Possiate meritare molti anni, i padri insieme ai figli, con gioia e letizia, in quest’ora di Neilà.
Troviamo queste parole nell’inno “E-L norà alilà” che introduce la preghiera di Neilà, …

Maldicenza

Anna SegreA volte durante Kippur, con una mancanza di serietà – ammetto – non adatta al contesto (ma il digiuno è lungo e le ore da trascorrere sono molte), giochiamo a scorrere la lista dei peccati che si legge nel Viddui …

rds

“Uso corretto di parola e tastiera
essenziale per il nostro futuro”

Il rabbino capo di Roma rav Riccardo Di Segni ha pronunciato nell’ora di Nei’là di questo Kippur 5778, nel Tempio maggiore della Capitale, le seguenti parole:

כְּמַעֲשֵׂ֧ה אֶֽרֶץ־מִצְרַ֛יִם אֲשֶׁ֥ר יְשַׁבְתֶּם־בָּ֖הּ לֹ֣א תַעֲשׂ֑וּ וּכְמַעֲשֵׂ֣ה אֶֽרֶץ־כְּנַ֡עַן אֲשֶׁ֣ר אֲנִי֩ מֵבִ֨יא אֶתְכֶ֥ם שָׁ֙מָּה֙ לֹ֣א …

Digiuno della parola

ilana bahboutSempre di più a Roma il giorno di di Kippur si sta diffondendo anche “il digiuno della parola”. Tra le tante cose che questa astensione può significare, in prima battuta mi viene in mente quello che una volta sentii dire …

kippur

Un Kippur di consapevolezza

Nella preghiera di Musaf di Rosh haShanà, di Yom Kippur e, secondo il minhag italiano persino di Osha’anà Rabbà, leggeremo un solenne pijut (una poesia liturgica) in cui è detto
“…utshuvà utfillà uzdakà ma’avirin et ro’a ha ghezerà – la …

Kippur…

L’arrivo del digiuno di Yom Kippur è fonti di differenti reazioni e diverse azioni ebraiche.
C’è chi pregusta il fatto che dormirà tutto il giorno fino all’ora di Neilà, chi si prepara a fare da hazan in un tempio raccogliendo …

Kippur…

La peculiarità di questo giorno è emblematicamente evidenziata dal fatto che il trattato talmudico che ne descrive i riti si chiama “Yomà”, il giorno per antonomasia, il giorno che è diverso da qualunque altro.
Quando esisteva il Santuario, era il …

parole…

“…Kechù immachèm devarìm veshuvu el Ha Shem ….”, “…Prendete con voi parole e tornate all’Eterno…”(Hoshea, 14; 3) abbiamo letto nella Haftarà dello scorso Shabbat Teshuvà, il primo Shabbat dell’anno nuovo, lo Shabbat fra Rosh Hashanà e Kippur. La nostra Teshuvà, …

domande…

La domanda che ci viene posta con Yom Kippur non è tanto “se vivremo” ma su “come vivremo”. Per cosa vogliamo essere ricordati.

Jonathan Sacks, rabbino

(13 ottobre 2016)…