Cimiteri Monumentali Ebraici

«Un angolo nascosto e sconosciuto anche alla maggioranza dei fiorentini stessi» è il Cimitero Monumentale Ebraico istituito nel 1777 fuori porta san Frediano (Viale Ariosto n. 14), che rimase in funzione fino al 1870. Un alto muro perimetrale di cinta custodisce con gelosa riservatezza, come un prezioso scrigno, un importante tesoro culturale costituito da cappelle funerarie e monumenti, tra cui spicca quello a forma di piramide egizia, del cav. David Levi, logorati dal tempo, ma degni di una visita per scoprire questo luogo suggestivo a rappresentativo del mondo ebraico. Pur essendo assenti figurazioni, a differenza di quanto avviene in altri cimiteri ebraici, alcune delle tombe sono vere e proprie sculture di alto valore artistico. Ugualmente interessanti sono le cappelle funerarie in stile neoegizio e neorinascimentale, come quella della famiglia Franchetti. Gli stessi stili connotano la parte più antica del cimitero di Rifredi (via di Caciolle n. 13), progettato da Marco Treves (uno dei tre architetti che ha progettato il Tempio monumentale) tra il 1881 e il 1884. La cappella mortuaria, di recente restaurata, è a forma di tempietto a pianta centrale in stile rinascimentale con all’interno decorazioni dipinte.

Cimitero Monumentale Ebraico di Viale Ariosto

L’uso ebraico non prevede la riesumazione dei corpi salvo che in pochi casi specifici; generalmente i campi o “campacci”, termine con cui si designavano i luoghi di sepoltura ebraici, erano in ogni città più di uno. Quando le tombe avevano coperto l’intera area, si doveva necessariamente trovare un nuovo terreno, anche se le vicende umane e cittadine hanno spesso contraddetto questa legge costringendo a trasferire altrove salme e lapidi.

Cimitero Monumentale Ebraico di Via di Caciolle

Sono stati individuati molti luoghi che un tempo erano adibiti a cimitero. Al primo, di là d’Arno, presso il chiasso de’ Giudei, se ne sostituì un secondo vicino all’attuale Lungarno della Zecca, a sua volta dismesso per altri, che furono creati, nella zona di Porta San Frediano. Qui, nel 1777, fu acquistato l’appezzamento, lungo l’attuale Viale Ariosto, destinato ad ospitare il nuovo campo degli ebrei, tuttora esistente, anche se non più in uso, a cui si affiancò nel 1884 il cimitero di Rifredi, disegnato dall’architetto Marco Treves. Quando questo non potrà più essere utilizzato, sarà approntato un nuovo luogo di sepoltura nella zona di San Silvestro (Cercina), i cui annessi sono stati disegnati dall’architetto Renzo Funaro.

Informazioni pratiche

I cimiteri monumentali ebraici di Firenze di Via di Caciolle e Viale Ariosto sono aperti ogni ultima domenica del mese. E’ possibile effettuare visite straordinarie su prenotazione.

Il cimitero monumentale ebraico di Rifredi è aperto l’ultima domenica del mese con visita guidata alle ore 10.00 su prenotazione. L’appuntamento è al cancello d’ingresso. La visita ha la durata di un’ora.
Situato in via di Caciolle n.13, è raggiungibile con la linea Ataf 23, fermate Del Prete e Panciatichi 01.

Il cimitero monumentale ebraico di viale Ariosto è aperto l’ultima domenica del mese con visita guidata alle ore 12.00 su prenotazione. L’appuntamento è al cancello d’ingresso. La visita ha la durata di un’ora.
Situato in viale Ariosto n.16, è raggiungibile con le linee Ataf 6, 12, D, fermata Soderini 03.

Dove Siamo:
Viale Ludovico Ariosto, 16, 50124, Firenze


Visualizza Firenze in una mappa di dimensioni maggiori

Come raggiungerci:
1 minuto a piedi da Porta San Frediano
15 minuti a piedi dalla Stazione FS SMN
Linee del trasporto pubblico: 6, 12, D, fermata Soderini 03

Prezzi
Intero: 5 euro
Ridotto: 4 euro

Ragazzi dai 6 ai 14 anni; studenti* dai 15 ai 25 anni; giornalisti*; gruppi superiori alle 20 persone, possessori di un biglietto della Sinagoga e Museo Ebraico di Firenze, della Sinagoga di Siena* o del Museo Ebraico di Venezia*.
* è richiesto un documento comprovante
Ingresso ai due cimiteri: 7 euro

Gratuito:
Accompagnatore di un portatore di handicap; bambini fino ai 6 anni.

Informazioni e prenotazioni per aperture straordinarie:
CoopCulture
Tel. + 39 055 2346654 – 055 2466089
e-mail sinagoga.firenze@coopculture.it