Beth Din

A cosa serve?

Beth Din significa letteralmente “Casa della regola” ed è il Tribunale Rabbinico.

Per molte questioni, la halakhà (la legge ebraica) richiede che vi siano tre giudici, numero minimo per potersi consultare, al fine di arrivare ad una giusta sentenza. Questa è una caratteristica che distingue il Beth Din da quanto avviene nel comune ordine giudiziario.

Il Beth Din si considera rappresentante della legge del popolo ebraico e deve perciò curarsi degli aspetti pubblici che influenzano la collettività. A questo fine può emettere decreti che riguardano tutti gli iscritti alla Comunità Ebraica.


Inoltre il Beth Din è preposto a risolvere dispute nell’ambito privato: è auspicabile che gli appartenenti alla Comunità Ebraica ricorrano alla legge ebraica e dunque si rivolgano al Tribunale Rabbinico per la riconciliazione di controversie civili di qualsiasi natura o per arbitrati.


Infine, è compito del Beth Din occuparsi di questioni relative a singoli che abbiano risvolti di halakhà. Rientrano fra questi:

la riconciliazione matrimoniale: il portar pace fra moglie e marito è una mitzwà fondamentale e nessuno sforzo è inutile al riguardo. V. alla pagina conflitti in famiglia.
Vi sono situazioni per le quali invece non vi è altro rimedio che la divisione della coppia. In questo caso è necessario avviare una pratica di divorzio, per la quale bisogna recarsi personalmente al Beth Din.

la conversione all’ebraismo;

la riammissione alla Comunità di chi vi si sia allontanato o cancellato (“rientro”);

la verifica dell’ebraicità di un individuo.

Il Beth Din è inoltre l’unico organo intitolato ad emettere certificati attestanti l’ebraicità, lo stato civile ecc.