Migrazioni

ASSICURAZIONI, COMMERCI E MIGRAZIONI

L’Ottocento vede svilupparsi in modo impetuoso la vita economica dell’emporio triestino e segna il momento di maggiore fioritura civile e culturale degli ebrei di Trieste. Nel porto degli Asburgo nascono le prime compagnie assicurative e di navigazione mentre i traffici marittimi vivono un impulso senza precedenti. La componente ebraica continua a giocare un ruolo di primo piano, testimoniato ancor oggi da sontuosi palazzi che caratterizzano la città: palazzo Hierschel lungo il Canal grande; lazzo Carciotti, primo e più originale esempio di neoclassico a Trieste, progettato dall’architetto Matteo Pertsch, prima sede delle Assicurazioni Generali; palazzo Morpurgo in via Imbriani, oggi sede di un museo d’epoca. Appartiene alla Comunità ebraica il fondatore delle Assicurazioni Generali Giuseppe Lazzaro Morpurgo, nato a Gorizia nel 1759 e morto a Trieste nel 1835.

Sono di origini ebraiche molti dirigenti della stessa compagnia: Samuele della Vida, Gioberti Luzzati e Marco Besso, appassionato umanista. E’ ebreo Elio Morpurgo (Trieste 1805-1876), per lunghi anni amministratore della compagnia di navigazione Lloyd austriaco, che svolge un ruolo di primo piano nello scenario economico e politico del tempo rappresentando la locale Camera di commercio all’apertura del canale di Suez e partecipando alle trattative economiche dopo la pace con l’Italia. A coronare la sua attività, gli Asburgo gli concedono il titolo ereditario di barone. E’ infine di origine ebraica l’ingegner Ettore Geiringer (1844-1904), ideatore del tram elettrico che ancora oggi conduce da Trieste a Opicina.

Continua…