dalla Comunità

Festa in musica per il Solstizio

vercelliFolto pubblico sinagoga a Vercelli in occasione della Festa della Musica – Solstizio d’estate. Presentato un programma di melodie eseguite da un gruppo di giovani strumentisti ad arco dagli 8 ai 16 anni, con la partecipazione delle insegnanti di …

Dialoghi d’autore sulle Tavole

Per la giornata di riflessione ebraico‐cristiana incontro in sinagoga tra rav Richetti, presidente dell’Assemblea rabbinica italiana, e l’arcivescovo di Vercelli padre Enrico Masseroni. Tema del confronto il comandamento che proibisce l’adulterio. Un argomento che rav Richetti ha analizzato sviluppando …

Qui Vercelli – L’etica della possibilità

Docente di pedagogia della devianza presso l’Università degli studi di Genova, una profonda esperienza alle spalle in campo sociale e pedagogico, Dario Arkel (nella foto) sarà ospite, domenica pomeriggio, della Comunità ebraica di Vercelli. Nell’occasione l’accademico presenterà il suo …

Quell’antico Sefer Torah da salvaguardare

Il restauro di un antico Sefer Torah proveniente dalla sinagoga di Biella, ai piedi dei monti piemontesi ‐ conservato ora a Roma, è un’operazione molto delicata, che solo le mani di un esperto sofer è in grado di fare. E solo se il Sefer Torah è kasher potrà essere utilizzato per le attività religiose. La Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia Onlus si è trovata in questi mesi ad affrontare due problemi in contemporanea, quello di restituire a una piccola Comunità la possibilità di avere almeno un Sefer idoneo per uso cultuale e quello di trovare un sofer che potesse offrire la propria abilità per questo lavoro. Risolti i due primi problemi è rimasto un terzo, quello economico, al giorno d’oggi non facilmente risolvibile.

Un libro di immagini e iscrizioni per raccontarsi

Un libro per raccontarsi, un libro per testimoniare valori plurimillenari alla società italiana. La Comunità ebraica di Vercelli ha da poco dato alle stampe un elegante volume dal titolo "Iscrizioni ebraiche del Beth HaKnesset di Vercelli e di altre lapidi situate nelle case del Ghetto". Sfogliando le pagine di questa ricca pubblicazione illustrata realizzata con il contributo dei fondi dell'Otto per mille UCEI, si entra nella realtà della sinagoga vercellese e delle sue iscrizioni ebraiche. Un viaggio tra storia e continuità che avvolge il lettore portandolo alla conoscenza di un edificio annoverato a pieno titolo nella grande tradizione architettonica dell'ebraismo piemontese. "L'idea di fare questo lavoro c'era da anni" afferma Rossella Bottini Treves, presidente della Comunità ebraica e curatrice

Riapre dopo i restauri la splendida sinagoga di Biella

Il 12 giugno Biella ritroverà finalmente la sua sinagoga. “Per quella data – afferma il presidente della Comunità ebraica di Vercelli Rossella Bottini Treves che in questi anni si è occupata in prima persona dei lavori – inaugureremo ufficialmente la sinagoga con una funzione privata a cui parteciperanno alcuni rabbini e autorità”. L’apertura al pubblico avverrà invece la settimana successiva ma un assaggio si avrà sempre il 12 giugno con la presentazione, nelle antiche sale di Palazzo La Marmora, di una pubblicazione dedicata alla storia della comunità ebraica biellese, della sinagoga e del suo restauro.