moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

L’appello di rav Lau e dello sceicco Darwish
Da Israele, insieme per la pace

rav Lau Una manifestazione come segnale al mondo della necessità di superare i conflitti e le tensioni religiose. Alla vigilia di Yom Kippur e della festività Id al-Adha due autorevoli voci dell’Ebraismo e dell’Islam hanno deciso di prendere posizione e lanciare, attraverso la radio israeliana, un’iniziativa per promuovere il dialogo: rav David Lau, rabbino capo di Israele, e lo sceicco Abdullah Nimar Darwish, leader e fondatore del Movimento islamico, hanno infatti fatto appello alle diverse anime religiose di Israele perché scendano insieme in piazza e si facciano promotrici del cammino verso la pace. “Nuocere alla vita della persone non è permesso da D-o e non trova nessuna giustificazione”, ha affermato rav Lau. “Sarei felice di incontrare altre autorità religiose per diffondere questo messaggio”, l’invito di uno dei due rabbini capo di Israele. “Facciamo insieme la pace – ha sottolineato lo sceicco Darwish nel corso dell’intervista congiunta – e organizziamo una marcia religiosa per la pace a Tel Aviv o a Kfar Kassem (villaggio arabo a 20 chilometri da Tel Aviv) con il messaggio che deve esserci la quiete e la fine di spargimenti di sangue, basta con distruzioni, con le uccisioni, con l’odio”. “Annunceremo – afferma Darwish in riferimento alla marcia di cui non è ancora stata stabilita una data – che tutti i leader religiosi sostengono la pace tra le due religioni e le due nazioni, a chiederemo ai politici di accelerare il processo di pace”.

()