moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

L’American Jewish Committee a Roma
Alfano: “Pace in Medio Oriente una priorità”

alfano

Positivo incontro tra il ministro Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, e il direttore esecutivo dell’American Jewish Committee David Harris. Nel corso dell’incontro, tenutosi alla Farnesina, il ministro Alfano ha tenuto a confermare al suo interlocutore la solida amicizia dell’Italia con il mondo ebraico, con gli USA e con Israele, ribadendo l’impegno italiano in materia di contrasto all’antisemitismo.
Alfano ha avuto anche un approfondito scambio di vedute sulla questione israelo-palestinese, riferiscono dal ministero. In particolare ha sottolineato che “la recente riunione ministeriale del G7 ha confermato che l’obiettivo di una pace giusta e duratura nel Medio Oriente è tra i primi punti dell’agenda internazionale” e si è detto fiducioso nel fatto che il prossimo summit a Taormina “riuscirà ad esprimere un attaccamento condiviso alla visione dei due Stati”.
Il ministro ha altresì espresso preoccupazione sulle crescenti tensioni nella regione che coinvolgono Israele, dal Sinai ad Hamas ad Hezbollah, affermando che “devono essere attentamente monitorate”.
Sul tema dell’accordo per il nucleare iraniano, Alfano ha invece dichiarato che “può favorire la sicurezza regionale e internazionale e incoraggiare la fiducia reciproca tra le parti coinvolte”, ricordando il ruolo di facilitatore assunto dall’Italia in seno al Consiglio di Sicurezza ONU “con l’impegno di aiutare una facile e produttiva comunicazione tra i maggiori attori”.
Nel congedarsi dal suo ospite, Alfano ha assicurato che “l’Italia continuerà il suo impegno a livello internazionale, in stretto coordinamento con i partners e le organizzazioni della società civile, per rafforzare la tutela della libertà di religione” e ha esposto ad Harris il progetto di legge italiano, attualmente all’esame del Parlamento, per il conferimento della medaglia al valore.

(28 aprile 2017)