moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Da Roma a San Pietroburgo,
musiche ebraiche sul palco

DSCN7265

Dal 5 al 9 luglio 2017 il coro ebraico romano Ha Kol ha partecipato, anche grazie al supporto dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, alla quinta edizione dello European Jewish Choir Festival, che si è tenuta a San Pietroburgo, in Russia. Il festival, al quale hanno preso parte undici cori e gruppi musicali ebraici provenienti da diversi Paesi europei e da Israele, si è svolto in due location d’eccezione: la Cappella di Stato e la Mariinsky Concert Hall, dove si sono esibiti tutti i gruppi in una serata di Gala finale.
“C’è un grande interesse all’estero per la tradizione musicale ebraica italiana, e il coro Ha Kol, oggi diretto dal M° Camilla Di Lorenzo, è stato sicuramente tra i protagonisti di questa edizione. Per la qualità artistica, perché siamo molto conosciuti, avendo partecipato a tutte le edizioni precedenti, e perché abbiamo organizzato, tre anni fa, la bella edizione romana, che si tenne in location prestigiose come l’Auditorium Parco della Musica e il Teatro Argentina”, racconta il Presidente del coro Richard Di Castro.
Scopo dell’iniziativa è promuovere e divulgare il patrimonio musicale ebraico, uno dei più ricchi ed eterogenei del mondo, proponendo un viaggio attraverso i generi più diversi, dalla musica liturgica, al klezmer alle melodie sefardite e mediterranee. E mettendo in contatto le diverse realtà europee e israeliane.
“Il nostro repertorio spazia dalle musiche di Salomone Rossi, compositore rinascimentale originario di Mantova, ai diversi brani tradizionali del minhag italiano, a opere contemporanee, come il Salmo 133, musicato dal nostro compositore Angelo Spizzichino. Come detto, la nostra tradizione musicale è molto apprezzata, e abbiamo avuto nuovamente conferme di questo interesse, avviando collaborazioni con cori di altri Paesi.”
Lo European Jewish Choir Festival si è tenuto per la prima volta a Londra nel 2012 su iniziativa dello Zemel Choir di Londra. Dall’esperienza del festival, e anche con il contributo del coro Ha Kol, ha preso inoltre il via l’ambizioso progetto della European Association of Jewish Choirs (EUAJC), che si propone di organizzare e promuovere eventi musicali ebraici in tutta Europa.
A questa edizione, hanno partecipato i cori Renanim Europe (Francia, Belgio, Paesi Bassi), Zemel Choir (Regno Unito), Polyphonies Hebraiques de Strasburg (France), Ensemble Chorale Copernic (Francia), Wiener Jüdischer Chor (Austria), Wiener Klezmer Orchester (Austria), Coro Ha-Kol (Italia), Children and Youth Choir Eva (San Pietroburgo), Jewish Choir Eva (San Pietroburgo). E per la prima volta vi hanno preso parte due cori da Israele, il Jerusalem Oratorio Chamber Choir e il Ramatayim Mens’ Choir of Jerusalem.
Una manifestazione che è diventata in pochi anni un punto di riferimento di crescente successo.

Marco Di Porto

(13 luglio 2017)