moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Rivlin: “Ebrei d’Israele e della Diaspora,
dobbiamo lavorare per l’unità”

mark neyman gpoCirca seimila persone hanno affollato nelle scorse ore la sukkah realizzata nella residenza del presidente d’Israele Reuven Rivlin a Gerusalemme. “Auguro a tutti un anno e un futuro felice, per noi e per tutto il popolo d’Israele. Siete tutti cittadini dello Stato, padroni di casa e ospiti allo stesso tempo. Questa casa appartiene a voi”, ha affermato Rivlin parlando con la folla. “Quest’anno mettiamo in evidenza i nostri legami, quelli tra ebrei d’Israele ed ebrei della Diaspora. Siamo tutti fratelli e siamo tutti responsabili l’uno per l’altro, anche come nazione. Israele è l’unico luogo definito come lo Stato del popolo ebraico e appartiene a tutta la nazione ebraica”.
Intanto in tutta la Capitale d’Israele si sono riversati migliaia di persone, da tutto il mondo, per celebrare insieme la festa di Sukkot e partecipare alla tradizionale manifestazione per le vie cittadine. La polizia ha chiuso alcune vie principali per far posto alla sfilata che lo scorso anno aveva raccolto 60mila partecipazioni