moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Bologna Children’s Book Fair,
una festa per i più piccoli

26678559_1203296236467145_6980107773757774004_oÈ folla già alla conferenza stampa: la presentazione della Bologna Children’s Book Fair, il più importante appuntamento mondiale dedicato al libro per ragazzi, parte con un primo successo, a Milano, dove Palazzo Formentin era allestito con una prima mostra. Sono infatti appese ovunque le illustrazioni di Chloé Alméras, responsabile della visual identity dell’edizione 2018 della Fiera internazionale del libro per ragazzi. Sono suoi i personaggi che trascinano grandi cappelli pieni di piante, a ricordare i tantissimi illustratori che ogni anno a Bologna portano il proprio lavoro sia alle selezioni dei tanti premi che durante i giorni di fiera per aggiungerli al famoso muro che si riempie di illustrazioni e per mostrarle agli editori. Un appuntamento, quello a Bologna per fine marzo, che si caratterizza sempre più come una festa, punto di ritrovo irrinunciabile per i professionisti del settore, luogo delle scoperte e dell’incanto, tra nuovi filoni, mostre e convegni.
Oltre al responsabile della Beijing International Book Fair – la Cina è il paese ospite, quest’anno – e al presidente di Bologna Fiere, era al tavolo dei relatori Ricardo Franco Levi, responsabile dell’Associazione Italiana Editori, che ha voluto sottolineare come sia questo un periodo felice per il mondo dell’editoria. “A Bologna vedrete una bellissima fiera, che sarà anche una bellissima festa, il libro si sta riprendendo, come l’economia italiana, l’editoria continua a crescere, e quelli che leggono di più sono i bambini, la grande speranza del mondo, e la forza dell’editoria per ragazzi”. Alla BCBF sarà presente anche l’Aie, con una propria proposta fatta di incontri organizzati insieme a scuole e biblioteche, marchi editoriali, e librerie, e va ricordato che a Bologna si arriva poco dopo la chiusura della milanese Tempo di libri, e solo qualche settimana prima del Salone del Libro di Torino, “Una serie di manifestazioni – ha ribadito Levi – che hanno ognuna un suo ruolo importante, che sono ognuno parte di una corsa complessiva cui si può partecipare solo procedendo insieme”.
Oltre ai vincitori della nuova edizione dello Strega Ragazzi, presentato da Stefano Petrocchi, Direttore della Fondazione Bellonci, a Bologna saranno come ogni anno molto attesi gli illustratori selezionati per l’ambito Bologna Ragazzi Award – selezionati negli scorsi giorni e da poco annunciati – che andranno a comporre una delle molte mostre presentate oggi da Elena Pasoli, direttrice della Bologna Children’s Book Fair, insieme alle nuove iniziative portate avanti fra New York e Shangai, fra una edizione e l’altra della fiera.
Applauso spontaneo dei presenti all’annuncio di una giornata dedicata alla memoria di Carla Poesio, personaggio centrale nella storia della Fiera di Bologna, alla cui nascita molto contribuì: la giornata si aprirà con l’annuncio di un premio annuale per la miglior tesi di laurea italiana sulla letteratura per ragazzi. A seguire incontri sul suo lavoro, in particolare sul suo libro dedicato a Laura Orvieto, una tavola rotonda delle riviste specializzate Liber, Andersen, Il Pepeverde e Hamelin, e uno sguardo internazionale sui libri per ragazzi nei media con la giornalista Ada Treves impegnata in una intervista pubblica a Julia Eccleshare (Guardian), Maria Russo (New York Times), Diane Roback (Publishers Weekly) e Claude Combet (Livres Hebdo).
Verranno presentate a Bologna le nuove tendenze del libro per ragazzi, che si aggiungono alle categorie più tradizionali e allargano lo sguardo su una volontà ancora più ferma di rapportarsi al valore dell’illustrazione, su formati nuovi e inusuali e su un grande rafforzarsi della questione femminile, nei libri per ragazzi. Accento sui libri che parlano di libri, e di lettura, e sui libri che raccontano l’arte e l’architettura, e non mancheranno le app, in particolare quelle che raccontano il cinema ai bambini.
Il premio del New York Times, il Best illustrated children’s books award, festeggerà a Bologna il suo sessantacinquesimo anniversario, nelle stesse ore in cui un convegno dedicato agli audiobooks racconterà di un altro settore in grande crescita. In città, intanto, alla cineteca una mostra sarà dedicata ai libri su cinema, balletto e teatro, una sola delle tantissime proposte che animeranno a fine marzo non solo la Fiera con gli appuntamenti riservati ai professionisti, ma tutta una città che torna ogni anno ad affermarsi come capitale mondiale del libro per ragazzi.