Ma Maimonide è veramente seppellito a Tiberiade?

Nel 1935 al tempo dell’800 esimo anniversario della nascita di Maimonide (Rambam visse dal 1135 al 1204), il Professor Simcha Assaf (1889-1953), grande studioso, storico e giudice della Corte Suprema di Israele ha investigato tutte le possibili evidenze per scoprire se Maimonide sia realmente seppellito a Tiberiade. Prima di tutto riuscì ad individuare il nome di Rambam in una lista di tombe compilata in Eretz israel nel 1260, poi trovò un poema dello stesso periodo che faceva riferimento al fatto che Rambam era sepolto proprio a Tiberiade ed infine scovò anche uno scritto di un viaggiatore di allora, che segnalava la posizione della sua tomba. Alcune decine di anni dopo i rabbini di Zfat e di Acco visitarono la tomba con lo scopo di opporsi ai denigratori di Maimonide.

Così sebbene Maimonide sia morto in Egitto, i suoi resti sono stati probabilmente riportati in Eretz Israel, come è avvenuto per un gran numero di ebrei del passato, iniziando dal Patriarca Giacobbe.

Lo stesso Maimonide aveva specificatamente precisato nel suo Codice (Hilchot M’lachim) che un ebreo, se anche non fosse riuscito a stabilirsi in Terra Santa, avrebbe dovuto cercare di far seppellire il suo corpo lì e noi pensiamo che il grande saggio sia riuscito per se stesso a realizzare questo desiderio.

Commenti disattivati.