• Il futuro degli ebrei nello Yemen

      yemenSono circa un centinaio e un mese fa hanno dichiarato di non aver alcuna intenzione di lasciare le loro case e scappare in un luogo più sicuro.
      Sono gli ebrei dello Yemen, fortemente legati all’identità ebraica ma con un sentimento …

    • Israele - Kahlon e le richieste a Bibi

      .Dopo la firma e la stretta di mano ieri con il presidente di Israele Reuven Rivlin, Benjamin Netanyahu si è ufficialmente messo all’opera per formare l’esecutivo. Mercoledì sera ha ricevuto dalle mani di Rivlin l’incarico a guidare il prossimo governo …

    • Judaica Pedemontana
      Libri ebraici, patrimonio di tutti

      judaica“Con il convegno di oggi siamo giunti alla terza fase del progetto Judaica Pedemontana, che dopo il restauro dei volumi ebraici del fondo della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino e l’averli resi per la prima volta fruibili non solo dagli …

    • Torino - Libri ebraici, patrimonio di tutti

      ishot-541Si svolgerà venerdì mattina a Torino, nella sala della Fondazione Luigi Firpo, il convegno internazionale “Il collezionismo di libri ebraici in Europa tra XVII e XIX secolo”, organizzato dalla Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia nell’ambito della mostra Judaica Pedemontana, in corso alla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino fino al 6 aprile, con il sostegno della Fondazione San Paolo e in collaborazione con la Fondazione Luigi Firpo. I lavori saranno aperti da un ricordo del professor Bruno Chiesa, docente di lingua e letteratura ebraica all’Università di Torino, da poco deceduto, che avrebbe dovuto partecipare.
      “Con questo convegno siamo giunti alla terza fase del progetto Judaica Pedemontana, quella dedicata all’approfondimento e alla ricerca”, sottolinea il presidente della Fondazione Dario Disegni. Dopo il restauro dei volumi di Judaica Pedemontana, che espone per la prima volta al pubblico lo straordinario fondo di libri ebraici della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino e l’apertura della mostra che sta riscuotendo un ottimo successo sia dal punto di vista del numero di visitatori sia dei commenti da essi lasciati, si è voluto offrire – spiega Disegni – “anche un momento di studio e di confronto”.

    • Italia Ebraica di aprile
      Un museo per Padova

      ishot-543Il patrimonio filmico delle famiglie ebraiche italiane prima della seconda guerra mondiale si arricchisce di un nuovo ritrovamento: 36 bobine 16mm, per almeno cento ore di girato complessivo, rinvenute a Buenos Aires dal giornalista romano Claudio Della Seta. Tutte etichettate …

    • J-Ciak – Il ciabattino Adam ‎

      Adam Sandler The CobblerPer il secondo anno di fila Adam Sandler è finito al primo posto nella classifica degli attori troppo pagati stilata da Forbes. Ed è improbabile riesca a scendere dal quel poco onorevole podio con il suo nuovo “The Cobbler”, da …

    • La rassegna settimanale di melamed
      Non rinunciare all'educazione

      melamed per newsletterMelamed è una sezione specifica della rassegna stampa del portale dell’ebraismo italiano che da tre anni è dedicata a questioni relative a educazione e insegnamento. Ogni settimana una selezione della rassegna viene inviata a docenti, ai leader ebraici e a

    • Sapori - Chef Cracco, la casherut e l’hummus

      craccoUno chef stellato e sette rabbini in cucina. Carlo Cracco ricorda la sua esperienza di giovane cuoco incaricato di occuparsi delle carni per un banchetto di nozze casher, oltre vent’anni fa, a Montecarlo. “Rispettare le regole della casherut per fare …

    • Italia-Israele, un assaggio di Expo

      italia israele sapori solidarietà expoTra sapori, design e solidarietà, Expo si presenta in Israele. È una festa al palato e alla vista quella di #Italy #Food #Design, un dialogo tra i grandi volti della cucina e quelli di coloro che hanno saputo reinventare il …

    • Tandem, il mondo di Eva e Alberto in mostra

      IMG_20150320_102649Le biciclette sono la passione di sempre. Le ha disegnate, ha dato loro fisicità, le ha proiettate in dimensioni sempre nuove e creative. Sui pedali, ventenne, ha dato il proprio contributo alla Resistenza contro il nazifascismo. Nota anche come l’ultima …

    • Giusti, una luce
      che irradia l'umanità

      gattegna“La luce dei Giusti irradia l’intera umanità e rappresenta un formidabile paradigma sia in tempo di pace che in tempo di crisi, quando il buio cala sul nostro mondo e la violenza, l’odio, la negazione dei diritti costituiscono una minaccia …

    • Negazionismo, Gattegna:
      "Nuova legge
      pagina importante"

      Il presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Renzo Gattegna ha dichiarato:

      Con l’approvazione al Senato della legge che modifica l’articolo 3 della legge 13 ottobre 1975, n. 654, in materia di contrasto e repressione dei crimini di genocidio, crimini contro l’umanità e …

    • breaking+++16.00 23-03-15 Milano – ‎I risultati delle elezioni della Comunità ebraica milanese vedono la nomina di otto Consiglieri per parte per le due liste WellCommunity e Ken/Lechaim a cui si aggiunge – a completare il quadro di 17 membri del Consiglio – Antonella Musatti, candidatasi da sola. Il primo degli eletti risulta Raffaele Besso, Assessore al Bilancio del Consiglio precedente nonché capolista di WellCommunity, seguito da Milo Hasbani, capolista di Lechaim, e da Musatti. Poi l’ordine degli eletti prevede Davide Hazan, Sara Modena, Claudia Terracina, Daniele Misrachi, Rami Galante, Vanessa Alazraki, Davide Romano, Ilan Boni, Daniele Schwarz, Joyce Bigio, Margherita Sacerdoti, Davide Nassimiha, Andrea Levi e Gadi Schoenheit. Primo dei non eletti, a distanza di nove voti, Michele Boccia della lista Community in Action. Oltre a lui rimangono fuori un candidato per ciascuna delle due liste WellCommunity (Daniele Leoni) e Ken/Lechaim (Massimiliano Tedeschi), che avevano presentato 9 nomi da eleggere (il massimo consentito), assieme ai candidati delle liste Pro Israele per la Comunità, Community in Action e Shalom.

      Per le altre notizie leggi qui

    • ...libertà

      Quando si va via da un luogo per andare verso un altro luogo dove si pensa di stare meglio ci portiamo sempre dietro qualcosa che sia il segno del prima che si spera non ci sia più e che è …

    • Pesach...

      Rabbi Bunam di Pzhysha (1765 – 1827), grande maestro chassidico polacco, disse: “Mangiamo il pasto del Seder di Pesach nel seguente ordine: prima la matzah e poi le erbe amare, sebbene l’opposto sembrerebbe logico, visto che prima abbiamo sofferto e …

    • Demone e martire?

      vercelliDunque, il giudizio sul concreto operato di Giovanni Palatucci è destinato a rimanere in sospeso. Forse per molto del tempo a venire. Evidentemente, va aggiunto, non per assenza di dati (spesso, tuttavia, contraddittori o comunque di non facile messa in …

    • Israele e i secondi fini

      anna segreSi sa che gli ebrei hanno opinioni diverse su qualunque argomento, e Israele non può certo fare eccezione: è inevitabile che l’ampia gamma di posizioni circa il futuro dello Stato ebraico di cui abbiamo avuto prova nelle recenti elezioni israeliane …

    • La sicurezza di Israele

      Francesco Moisés BassanoNel libro “My Promised Land” (Spiegel and Grau, 2013), Ari Shavit ha ripercorso con amore ed al di là delle classiche posizioni storiche e politiche, il sogno sionista dalle origini ai giorni nostri. Ritraendo l’odierna Israele come una società con …

    • Vita e compromessi

      ilanaPablo Neruda scriveva: “È proibito avere paura della vita e dei suoi compromessi”. Il compromesso – in ambito sociale, comunitario, famigliare e personale – sarà il tema principale del Moked di quest’anno: quali sono i compromessi necessari alla vita e …

    • Setirot - Europa

      jesurumSaturo di climi elettorali (diasporici e no) onestamente – a mio avviso – abbastanza intollerabili, uno si rifugia nei sogni. Per esempio nella chimera di un’Europa in cui cercare conforto e sicurezza, per noi e per Israele. O meglio: in …

    • Tunisi in piazza
      contro il terrore

      rassegnaMigliaia di tunisini attesi oggi in piazza contro il terrore. Su Repubblica un racconto di Marek Halter, invitato a rendere omaggio alle vittime dell’attentato al museo del Bardo assieme a una significativa rappresentanza interreligiosa. “La folla che si era radunata …