“In piazza per la libertà”

In occasione dei festeggiamenti per il 25 aprile il presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Renzo Gattegna ha dichiarato:

“Il 25 aprile 1945 rappresenta uno snodo fondamentale per l’Italia, l’epilogo di un’epoca di incommensurabili lutti al cui atto finale si arrivò grazie all’intervento di uomini e donne di coraggio cui dobbiamo eterna riconoscenza: le forze alleate, i combattenti della Resistenza, tantissime persone che a rischio della vita si prodigarono per affrancarci dall’oscurità. A battersi in prima fila per un futuro migliore furono anche molti ebrei che affrontarono il nemico senza farsi piegare dalle sofferenze subite e il cui significativo apporto è ricordato oggi in numerose città e in più contesti. A partire da Milano dove, accanto alle storiche insegne che rievocano le imprese della Brigata Ebraica, è stato esposto per la prima volta il gonfalone dell’UCEI, Medaglia d’Oro al Valor Civile dal 1964.
Il 25 aprile è un momento di incontro e riflessione che sta al di sopra delle contrapposizioni ideologiche e politiche, una chiamata all’unità nazionale che è rivolta a tutti i cittadini. Consapevoli di ciò, gli ebrei italiani sono oggi nuovamente scesi in piazza per manifestare ancora una volta il loro sostegno a quanti ogni giorno si impegnano per un’Italia libera e democratica”.

Commenti disattivati.