moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Informazione – International Edition La realtà di Israele

ishot-801“L’Italia mai con chi boicotta” ha affermato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni in visita a Gerusalemme la scorsa settimana. Come raccontato al pubblico internazionale di Pagine Ebraiche, il titolare della Farnesina, che ha tra l’altro incontrato il premier dello Stato ebraico Bibi Netanyahu e il presidente Reuven Rivlin, ha assicurato che il suo governo si opporrà a ogni tentativo di delegittimazione, anche attraverso l’arena internazionale.
Ma come si comprende, e difende, Israele? Nella sua rubrica It Happened Tomorrow il direttore della redazione giornalistica dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Guido Vitale presenta il nuovo spazio “Realtà di Israele” aperto sul numero di luglio del giornale dell’ebraismo italiano.
“Realtà di Israele, lo dice il nome, è un nuovo spazio per comprendere cosa Israele sia davvero. Difficile? Noioso? Troppo complicato per chi è ormai abituato a sorbirsi solo slogan? Forse. Eppure, qualcuno conosce forse un modo migliore per capire e difendere Israele?”.
Ancora su Pagine Ebraiche International Edition, la presentazione del nuovo centro ebraico che verrà costruito a Parigi, la miglior risposta contro l’antisemitismo che minaccia la vita degli ebrei d’Oltralpe.
Estate, tempo di colori e di diari delle vacanze, come sottolineato dalla presentazione del nuovo numero di DafDaf, il giornale ebraico dei bambini.
Estate, tempo di libri: parte questa settimana una serie speciale della rubrica Italics, a firma di Daniela Gross, dedicata ai consigli di lettura. Si inizia con “Forse Esther” di Katja Petrowskaja, che dovrebbe essere tradotto in inglese nel maggio 2016.
Nella sezione Bechol Lashon, in lingua portoghese, il rabbino capo di Trieste Eliezer Di Martino riflette sulla condizione particolare del popolo ebraico nella storia.
“Lo contemplo dall’alto delle rupi, e dei colli, ecco, il popolo abiterà da solo, e tra le nazioni non sarà contato” i versi (Numeri 23-9) da cui il rav prende spunto per le sue riflessioni.
Le parole di un altro rabbino, rav Benedetto Carucci Viterbi, sono raccolte nel Pilpul settimanale, riprendendo un verso dei Pirkei Avot. “L’invidia, il desiderio e la ricerca di onore portano l’uomo fuori dal mondo”.

Rossella Tercatin

(6 luglio 2015)