moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

I tunnel del terrore di Hamas

Schermata 2016-04-18 alle 13.20.41Arrivava fino a 30 metri di profondità, era lungo diverse centinaia di metri e una persona poteva percorrerlo stando in piedi. È la descrizione del tunnel sotterraneo costruito dal gruppo terroristico di Hamas per infiltrarsi da Gaza in territorio israeliano. A scoprirlo e distruggerlo, l’esercito d’Israele che ha reso pubblica la notizia dell’operazione nelle scorse ore. Si tratta del primo tunnel di questo tipo scoperto dopo il conflitto nella Striscia di Gaza dell’estate del 2014 (Operazione Zuk Eitan). Rivestita con lastre di cemento, dotata di linee di comunicazione, condotte d’aria e rotaie per ulteriori scavi, la galleria è stata scoperta dieci giorni fa ed era stata realizzata da Hamas per infiltrarsi in Israele e compiere attentati terroristici nelle comunità che vivono nel Sud del Paese, spiegano dall’esercito. “La cruda verità è che Hamas continua ad investire milioni di dollari per costruire tunnel del terrore e di morte – ha dichiarato il portavoce di Tzahal Peter Lerner – Il tunnel scoperto in Israele dimostra una volta di più quali siano le distorte priorità di Hamas e come continui ad investire in strumenti di violenza”.
Recentemente il leader di Hamas Ismail Haniyeh, riporta il Guardian, ha dichiarato nel corso di una manifestazione a Gaza che “il nostro messaggio ai prigionieri è un messaggio impresso nel sangue. Alle armi e ai tunnel dedichiamo il nostro impegno”. Non è ancora chiaro, riferisce Haaretz, se il tunnel sia stato costruito prima o dopo l’operazione israeliana Zuk Eitan a Gaza. Nel corso di quest’ultima, l’esercito israeliano ha affermato di aver distrutto 32 gallerie, 14 delle quali sbucavano direttamente in territorio israeliano. Secondo le informazioni diffuse, Hamas avrebbe costituito un’unità apposita per costruire i tunnel, composta da oltre 500 membri. Durante il conflitto del 2014, il gruppo terroristico aveva utilizzato per quattro volte dei tunnel per infiltrarsi in Israele, assalendo i soldati israeliani e assassinandone dodici. Secondo i dati riportati dal New Yorker, Hamas ha investito nella costruzione dei tunnel almeno 100mila dollari cadauno.

Daniel Reichel