moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Bennett e gli incontri a Washington :
‘Impegno Usa è per la sicurezza d’Israele’

In queste ore il Premier israeliano Naftali Bennett incontrerà per la prima volta il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Un vertice atteso, aperto da una serie di incontri a Washington tra il capo del governo di Gerusalemme e alcuni dei principali funzionari dell’amministrazione Biden. In particolare Bennett si è seduto a parlare con il segretario alla difesa Lloyd Austin e il segretario di Stato Antony Blinken. A quest’ultimo ha ribadito l’intenzione di instaurare un rapporto di piena collaborazione con la Casa Bianca. E sottolineato il punto più caro a Israele sul fronte della politica estera: “come respingere e limitare la corsa dell’Iran verso un’arma nucleare”.
Un alto funzionario dell’amministrazione Usa ha dichiarato all’agenzia di stampa Reuters che Biden è sempre più preoccupato per le attività nucleari dell’Iran. La stessa fonte ha però spiegato che il presidente probabilmente respingerà gli appelli di Bennett per fermare gli sforzi per rilanciare l’accordo nucleare del 2015. “Naturalmente ci siamo impegnati in una via diplomatica, pensiamo che questo sia il modo migliore”, le parole dell’alto funzionario Usa in relazione ai negoziati con l’Iran. “Se questo non funziona, ci sono altri modi di procedere”, ha aggiunto, senza però spiegare quali siano queste altre strade. A maggior ragione di fronte a un Iran ancor più oltranzista dopo l’elezione del nuovo presidente Raisi, definito da Israele come il “Macellaio di Teheran”.
Secondo l’entourage di Biden la politica di massima pressione adottata dall’amministrazione precedente non ha ottenuto risultati, anzi avrebbe accelerato la corsa iraniana verso il nucleare. Per questo vorrebbe proseguire sulla strada diplomatica. Dopo i fallimenti legati all’operazione del ritiro dall’Afghanistan, Washington sarà però molto cauta a non commettere ulteriori errori in Medio Oriente.
Rispetto alla ripresa dei colloqui tra Israele e i palestinesi, l’amministrazione Biden sa che non è realistico che accada in questa fase. L’alto funzionario sentito da Reuters ha evidenziato che il governo Bennett è però impegnato nell’evitare una nuova escalation con Hamas. Inoltre ha parlato di un impegno americano per cercare di espandere la cerchia dei paesi arabi disponibili a normalizzare le loro relazioni con Israele. Un tema che sarà anche parte dell’incontro Biden-Bennett.