moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Sorgente di Vita – I giovani e la Memoria

Centotrenta ragazzi, provenienti da scuole superiori di tutta Italia, in un viaggio studio nel campo di sterminio di Auschwitz, accompagnati dagli ex deportati. Le loro emozioni e riflessioni su un’esperienza per non dimenticare, nel primo servizio della puntata di Sorgente di vita di questa sera. Segue un incontro tra passato e futuro al Tempio Maggiore di Roma: Rav Israel Meir Lau, ex gran rabbino d’Israele, racconta ai ragazzi la propria esperienza di sopravvissuto al campo di sterminio di Buchenwald e lancia un messaggio forte ed attuale contro il negazionismo e l’antisemitismo.
La troupe di Sorgente di vita è andata a cercare poi gli studenti della scuola media di Latina che hanno vinto il concorso “I giovani ricordano la Shoah”, indetto dal Ministero dell’Istruzione e dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. “Noi non stiamo a guardare”: è questo lo slogan del loro lavoro, del quale spiegano metodo e risultati della ricerca.
Segue un’intervista con Georges Bensoussan, storico francese ed uno dei maggiori esperti di didattica della Shoah, in Italia alla vigilia del Giorno della Memoria, con una riflessione sui temi di cui si parla in questi giorni.
Infine uno spettacolo al Teatro della Tosse, un laboratorio per bambini, un convegno e una mostra: gli eventi con i quali Genova ha ricordato Janusz Korczak. Medico e pedagogo polacco noto fin dagli anni ’20 per le sue moderne teorie educative, direttore dell’orfanotrofio ebraico di Varsavia, seguì i suoi bambini nel ghetto e andò a morire con loro nel lager di Treblinka.
“Sorgente di vita” va in onda domenica 27 gennaio alle ore 1,20 circa su RAIDUE e, in replica, lunedì 28 gennaio alle ore 0,45 circa sempre su RAIDUE.
La puntata verrà replicata anche lunedì 4 febbraio alle ore 9,30 del mattino.
I servizi di Sorgente di vita sono anche on line.

p.d.s.