moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…muri

Un bell’articolo di David Bidussa recensisce un libro di Quétel sui muri. Ma non sono sicura che i muri possano essere anche uno strumento di tutela e che il futuro apra loro nuove possibilità. Come nei ghetti del Cinquecento, che potevano forse, in momenti di particolare rimozione, essere percepiti dagli ebrei come strumenti di tutela ma che erano di tutela dei cristiani da loro (o contro di loro), così i muri possono tutelare qualcuno ma sempre da (o contro) qualcun altro. Tutela da o tutela contro, continuo a non essere convinta dei lati positivi dei muri.

Anna Foa, storica

(5 agosto 2013)