moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Tutto ciò che mi resta

È stata la voce narrante di Marco Baliani a legare, sul filo dell’emozione, le canzoni e la musica che Ute Lemper, Francesca Dego, Roby Lakatos e Myriam Fuks hanno portato sul palco dell’Auditorium Parco della Musica di Roma per il concerto “Tutto ciò che mi resta”, organizzato in occasione del Giorno della Memoria 2015.
Nell’immagine il saluto di Renzo Gattegna, presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane che ha promosso, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il progetto che ha come tema la musica scritta nei campi di sterminio. Salvata da Francesco Lotoro, musicista e musicologo che da trent’anni con incrollabile tenacia si è prefisso il compito di recuperare partiture composte in uno dei momenti più tragici della storia umana, la musica è tornata a prepotentemente in vita per il pubblico che ha affollato la sala.