moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Beautiful Israel, la rete si allarga

beautiful israelBeautiful Israel Italia, associazione di tutela dell’ambiente che valorizza l’eccellenza israeliana in campo di agricoltura, ecologia e salvaguardia del pianeta, è pronta a crescere. Apriranno infatti domani e dopodomani due nuovi sedi nelle città di Livorno e di Milano. “Quando abbiamo deciso di esportare l’associazione in Italia quello che ci siamo proposti era di diffonderla in tutto il territorio; proprio per questo gli eventi di Livorno e Milano assumono così tanta importanza. E le prossime mete che abbiamo in programma di raggiungere sono Napoli e Venezia” spiega il presidente di Beautiful Israel Italia Dario Coen.

Domani si terrà a Villa Cassuto il primo appuntamento livornese, coordinato da Ariela Cassuto (il via ai lavori alle 17). “Il mio interesse per l’ambiente – ci spiega – si è accresciuto con gli anni e si è sposato perfettamente con la mission di Beautiful Israel, che fa conoscere il progresso del paese e la sua sfida in difesa dell’ecosostenibilità. Questa associazione vuole portare un messaggio di positività”. L’incontro d’apertura ‘Il giardino dell’Eden tra mito e attualità’ sarà dedicato a sua madre, Denise Leghziel. “Mia madre, molto attiva nella comunità ebraica, aveva un giardino di rose celebre a Livorno e ogni anno organizzava un incontro proprio lì. In suo onore è stata dedicata persino una rosa ibridata appositamente e chiamata ‘Denise tempesta’”.

“Durante l’evento – prosegue Cassuto – insieme all’architetto paesaggista Paola Talà ci interrogheremo sul ruolo dell’uomo rispetto alla natura. Come impariamo dalla Torah, infatti, D-o ha creato per prima cosa un giardino e poi l’uomo; proprio per questo dobbiamo capire quale sia il nostro ruolo rispetto all’ambiente. La natura è autonoma mentre noi dipendiamo da essa, e abbiamo il dovere di custodirla”.

Beautiful Israel sbarca anche a Milano il 7 maggio (ore 21.30) con una serata che animerà il Centro Noam. “Per far conoscere l’associazione – racconta Daniel Fishman, responsabile di sezione – abbiamo preparato un omaggio alla cultura ebraica persiana che si sposerà per l’occasione con la festività di Lag BaOmer”. Nell’occasione verrà inoltre presentato il libro di Fishman, ‘Il grande nascondimento’, edito da Giuntina e dedicato alla storia degli ebrei della comunità di Mashad, seconda città dell’Iran, che per la prima volta escono allo scoperto; in una cornice suggestiva che porterà un po’ di Persia in città. Spezie si mescoleranno a tappeti, foto d’epoca e sapori tradizionali. “Beautiful Israel – sottolinea Fishman – ha già suscitato molto interesse in città e si sposa perfettamente con l’Expo che ha portato nuova consapevolezza in merito alla tutela ambientale”.

(5 maggio 2015)