moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Lotta al terrore, l’Italia
intensifica lo sforzo

rassegnaLa ministra della Difesa Roberta Pinotti, ieri a Parigi per una riunione dei principali Paesi coalizzati contro l’Isis, ha evocato l’offerta da parte italiana di “nuovi supporti, anche in risposta a quello che la Francia ha richiesto”. Come ricostruisce il Corriere, l’Italia sembra quindi pronta a intensificare uno sforzo militare che per adesso la vede impegnata — solo in Iraq e non in Siria — “con Tornado in missione di ricognizione, addestratori e carabinieri, più 450 soldati che avranno il compito di proteggere i lavori alla diga di Mosul appaltati all’azienda italiana Trevi”.
Le parole del ministro arrivano a poche ore da una nuova terribile carneficina, opera in questo caso di quattro terroristi talebani che hanno colpito l’università Bacha Khan in Pakistan. Almeno ventuno gli studenti uccisi.

Ampio approfondimento del settimanale Famiglia Cristiana dedicato alla visita di Bergoglio in sinagoga. In rilievo, oltre alle parole dei protagonisti e ad alcune reazioni a caldo, anche i contenuti trattati sul numero di Pagine Ebraiche andato in stampa poche ore dopo la visita. Si legge sul settimanale: “La terza visita di un papa nella sinagoga di Roma conferma e consolida la nuova era dei rapporti fra ebrei e cristiani e diventa l’esempio di quella che rav Di Segni definisce ‘un percorso di conoscenza, di rispetto reciproco e di collaborazione'”.

Piantato ieri a Roma, nel cortile del liceo Giulio Cesare, un ulivo alla memoria di due studenti ebrei (i fratelli Enrico e Luciana Finzi) che subirono in quella scuola l’infamia delle leggi razziste e che anni dopo furono deportati, senza ritorno, ad Auschwitz.
L’iniziativa, voluta dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è stata possibile grazie al sostegno del Keren Kayemeth Le Israel. “Oggi rendiamo omaggio a tutti gli studenti cacciati dalle scuole del Regno” ha detto il ministro Giannini nel corso della cerimonia. Significativo a tal proposito lo sfondone storico del Corriere Roma, che colloca l’entrata in vigore delle Leggi Razziste nell’ottobre del ’43.

Tornano in libertà dai domiciliari i nove arrestati nell’inchiesta per truffa che grava sull’Ospedale Israelitico. A far cessare le esigenze cautelari, scrive il gip Maria Paola Tomaselli, il fatto che il contesto nel quale le condotte contestate si sono generate e sviluppate “appare allo stato radicalmente mutato, poiché la gestione dell’ospedale è stata affidata a un commissario che ha sostituito la precedente governance e poiché sono stati interrotti i rapporti professionali di lavoro”. La notizia è trattata sui giornali romani.

Soluzioni innovative per la gestione dei rifiuti e incremento della raccolta differenziata. Sono questi i punti cardine dell’accordo sottoscritto ieri tra la Comunità ebraica di Roma e Ama. Come riporta Repubblica, nel progetto saranno coinvolte le attività imprenditoriali e sociali della comunità, a partire dalla zona del Portico d’Ottavia.

Fanno il giro le affermazioni omofobe del tecnico del Napoli Maurizio Sarri al termine dell’incontro con l’Inter. Dall’Inghilterra alla Germania, dalla Francia alla Spagna: numerose le testate che si stanno occupando dell’argomento. A fare il punto è il Corriere dello sport.

Adam Smulevich twitter @asmulevichmoked

(21 gennaio 2016)